Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 16 ottobre 2021 - Aggiornato alle 15:39
News
  • 14:37 | I ballottaggi delle elezioni comunali a Roma e in altri 64 comuni
  • 13:32 | Lucy nel cielo alla scoperta degli asteroidi troiani di Giove
  • 13:00 | Come funziona l'app che verifica i codici dei green pass
  • 12:02 | Il discorso di Mattarella per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione
  • 11:55 | Effetto Green Pass: aumentano i vaccini somministrati
  • 11:23 | Milan, anche Brahim Diaz positivo al Covid-19
  • 11:15 | Il nuovo record di tamponi giornalieri
  • 11:04 | La riapertura dei confini degli Stati Uniti
  • 10:46 | Il programma dell’ottava giornata di campionato
  • 10:06 | Basket, Serie A 2021/2022: il programma della quarta giornata
  • 05:45 | Economia, allarme stagflazione
  • 01:47 | Così la sostenibilità è entrata nelle nostre vite
  • 00:26 | Fantacalcio Serie A TIM: la terza puntata del reality
  • 23:11 | Eurolega, l’Olimpia Milano cala il poker: Efes Istanbul piegato 75-71
  • 21:55 | SBK 2021, Argentina: Razgatlioglu da urlo nelle libere del venerdì
  • 19:45 | Covid, monitoraggio Iss: l'Rt è salito a 0,85
  • 17:00 | Covid, i dati del 15 ottobre: tasso di positività allo 0,5%
  • 16:45 | I perché dell’annullamento del processo-Regeni
  • 16:25 | Vita Supernova: entusiasmo e partecipazione al Salone del Libro di Torino
  • 15:54 | Nuovo record all’asta per l’opera di Banksy "Girl with Balloon"
Juve-Milan finisce 1-1, bianconeri ancora senza vittorie Morata supera Magnain per il gol dell'1-0 Juve al 4' - Credit: LiveMedia / Fotogramma
SERIE A 20 settembre 2021

Juve-Milan finisce 1-1, bianconeri ancora senza vittorie

di Federico Bandirali

Allegri: mea culpa sui cambi. Pioli: "Potevamo vincerla"

Dopo essersi sbloccata in Champions, la Juventus del “nuovo corso” di Max Allegri fallisce ancora l’appuntamento con la prima vittoria in Serie A pareggiando in casa 1-1 nella supersfida della quarta giornata contro il Milan a Torino: 2 punti in 4 partite per i bianconeri, mentre la truppa di Pioli in attesa del posticipo che vedrà impegnato il Napoli conserva l’imbattibilità in campionato e la vetta della classifica in coabitazione con l’Inter a quota 10; la Juve resta a -8 dalla vetta.

 

I rossoneri, presentatisi allo Stadium senza Ibrahimovic, Giroud, Calabria e altri 3 effettivi, con Kjaer costretto ad abbandonare il campo coi suoi sotto 1-0 dopo il gol di Morata al 3’ su azione avvolgente in contropiede conclusa da un pregevole “scavetto” a superare il recuperato Magnain dopo verticalizzazione di Dybala.

 

Sciolti i dubbi della vigilia con Allegri a preferire Bonucci a De Light, Morata davanti a Dybala in attacco e il tandem Danilo-Cuadrado sulla destra, i bianconeri trovano subito il vantaggio sfruttando anche la scelta di Pioli di schierare Tomori a destra e la coppia Romagnoli-Kjaer al centro della difesa.

 

Predominio territoriale bianconero, sempre col pallino del gioco in mano ai padroni di casa a tratti imperiosi nelle sfuriate palla al piede con continui cambi di fronte tra un propositivo Alex Sandro a sinistra e il tandem Betancourt-Cuadrado a destra: un rebus irrisolvibile per gli uomini di Pioli stante anche il continuo mettersi tra le linee di Dybala a mandare ulteriormente in tilt difesa e centrocampo rossoneri.

 

Il Milan non riesce a spingere sulle fasce, Diaz prova ad inventare senza esito e la Juve riparte sempre veloce dopo aver stanato i rivali con Morata e Dybala ad impegnare Magnain.

Leao ci prova mentre Hernandez sulla sinistra è un fantasma.  Al 34’ Kjaer deve abbandonare la contesa causa problemi fisici: Pioli incassa il colpo spostando Tomori al centro e gettando nella mischia Kalulu sull’out di destra.

 

Il secondo tempo si apre sulla stessa falsariga, con bianconeri attendisti e bravi a ripartire e Milan padrone del possesso palla ma poco incisivo. Dopo 20’ abbondanti escono Kessie per Bennacer e Saelemakers per Florenzi da una parte, Morata per Kean e Cuadrado per un acclamatissimo Chiesa dall’altra.

 

Cambia poco, la partita scorre quasi piatta poi il Milan trova il gol del pareggio nell’unico modo possibile a 15’ dalla fine: su palla inattiva. Corner perfetto di Tonali dalla destra, Rebic si smarca al centro dell’area e non lascia scampo ad un incolpevole Szczesny con un colpo di testa schiacciato ad incrociare sul secondo palo dopo aver trovato spazio nel cuore dell'area e 1-1 servito..

 

Il match si accende, Kean ci prova su una palla sporca in area, Rebic si carica mentre la Juve pare non averne più. Kalulu lanciato sulla destra sfodera un diagonale al volo unendo qualità e potenza che pare indirizzato nella rete bianconera.

 

Per quanto visto sarebbe nei 90' sarebbe davvero troppo e il miracolo di Szczesny oltre ad essere un riscatto per il portiere bianconero evita una beffa che avrebbe punito oltremodo la truppa di Allegri, già in grande difficoltà in classifica ma padrona del campo contro un Milan comunque “spuntato”,  ma davvero caparbio.

 

>>> Scopri l’offerta  TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

I commenti post partita di Allegri e Pioli

 

Allegri a fine parrita si prende parte delle responsabilità del pareggio, anche per fare un po’ scudo attorno ai suoi uomini recitando una sorta di mea culpa: “Sono arrabbiato per quello che è successo. Abbiamo giocato un gran bel primo tempo, concedendo un solo un tiro da fuori, mentre nel secondo siamo andati anche vicini a perderla. Per fortuna l'arbitro ha fischiato la fine. Poi certo, la responsabilità è anche mia che ho sbagliato i cambi: ho fatto degli errori, dovevo mettere gente più difensiva”.

 

Lucido il commento di Pioli: “Siamo venuti per vincere la partita, dopo il gol abbiamo continuato a giocare e ci abbiamo provato. All'inizio abbiamo sofferto, poi c'è stata una grande reazione. Nel secondo tempo siamo stati migliori della Juve e abbiamo provato a vincerla alla ricerca del gioco”. Poi la voglia di marcare la differenza con la passata stagione, dimostrata nel secondo tempo: “L’anno scorso per vincere contro squadre così (forti, ndr) dovevamo sperare in un miracolo. Stasera abbiamo dimostrato che possiamo farlo sempre”.

Juve-Milan 1-1: tabellino

Juve (4-4-2): Szczesny, Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado (27' st Chiesa), Bentancur, Locatelli, Rabiot; Dybala (34' st Kulusevski), Morata (21' st Kean). A disposizione: Bernardeschi, De Ligt, De Sciglio, McKennie, Lu. Pellegrini, Perin, Pinsoglio, Ramsey, Rugani. All.: Allegri.

 

Milan (4-2-3-1): Maignan, Tomori, Kjaer (36 'pt Kalulu), Romagnoli, Hernandez; Kessie (19' st Bennacer), Tonali; Saelemaekers (19' st Florenzi), Diaz (48' st Maldini), Leao; Rebic. A disposizione: Ballo Tourè, Castillejo, Conti, Gabbia, Jungdal, Pellegri, Tatarusanu. Allenatore: Pioli.

Note

Arbitro: Doveri di Roma

Marcatori: 4’ Morta, 76’ Rebic.

Ammoniti Dybala (J); Tonali (M). Recupero: 2+3.

I più visti

Leggi tutto su Sport