Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 ottobre 2021 - Aggiornato alle 16:15
News
  • 18:50 | Perché la transizione ecologica è un'opportunità per l'economia
  • 16:15 | Verratti infortunato, salterà la sfida contro la Svizzera
  • 16:15 | Lega Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
  • 15:14 | Vaccino, la terza dose per tutti da gennaio
  • 15:08 | Sarri: 'Troppi alti e bassi. Ritiro? Momento di riflessione'
  • 14:26 | L’Inter pensa a Bartosz Bereszynski della Sampdoria
  • 14:07 | Vaccino, perché è importante arrivare a una copertura del 90%
  • 14:05 | Allegri: 'Giocano Dybala e Chiesa. Anche Perin titolare'
  • 13:40 | In Giappone parte la vendita delle prime moto volanti
  • 13:13 | La Nazionale femminile contro la Lituania per il Mondiale
  • 12:42 | Dopo la Roma anche l'Udinese lancia la campagna abbonamenti
  • 12:30 | La Fondazione Maeght approda a Torino
  • 12:07 | Coni, collare d'oro al Lecce
  • 11:45 | Milan, Diaz negativo al Covid torna a disposizione di Pioli
  • 11:15 | Anche Brahim Diaz è negativo al Covid-19
  • 10:55 | La Supercoppa italiana dovrebbe giocarsi in Italia
  • 10:34 | Mattarella: “Garantire ai giovani una prospettiva di vita”
  • 10:11 | Le violente alluvioni in Sicilia e Calabria
  • 10:04 | ATP Vienna, Berrettini vince all’esordio e vola alle ATP Finals
  • 09:54 | Il programma della decima giornata di campionato
La prima sconfitta della Roma di Josè Mourinho a Verona (3-2) L'esultanza di Davide Faraoni dopo il gol del 3-2 - Credit: LiveMedia / Fotogramma
SERIE A 20 settembre 2021

La prima sconfitta della Roma di Josè Mourinho a Verona (3-2)

di Federico Bandirali

Mou amareggiato: dobbiamo migliorare. Buona la prima di Tudor sulla panchina dell’Hellas

La Roma di Josè Mourinho incassa la prima sconfitta stagionale a Verona, con i padroni di casa a mettere fine alla striscia di tre vittorie in Serie A (6 in partite ufficiali) dei giallorossi vincendo 3-2 al Bentegodi la prima partita in campionato dopo il cambio di allenatore che ha portato Igor Tudor sulla panchina dell’Hellas al posto dell’esonerato Eusebio di Francesco.

 

>>> Scopri l’offerta  TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Partita dai due volti con la Roma più volte vicina al vantaggio grazie alle giocate della coppia d’oro Cristante-Pellegrini, prima pericoloso di testa imbeccato dal compagno e poi a bersaglio con uno spettacolare colpo di tacco su cross di Karsdorp dalla destra senza lasciare scampo a Montipò al minuto 38.

 

Lo spartito tattico, però cambia improvvisamente dopo l’intervallo con gli uomini di Tudor aggressivi e volitivi, nonché subito premiati dal gol del pareggio di Barak dopo gli sviluppi di una percussione sulla fascia sinistra di Caprari con tentativo di autorete di Mancini salvato non esattamente benissimo da Rui Patricio.

 

Caprari è scatenato e 6’ più tardi opta per la soluzione personale accentrandosi dalla sinistra per poi trafiggere ancora Rui Patricio con un rasoterra perfetto per il vantaggio del Verona, capace di ribaltare il match in 9’ del secondo tempo.

 

La formazione di Mourinho per qualche minuto sembra un pugile alle corde, ma in un attimo viene accesa dall’estro di Pellegrini che mette palla in mezzo al 57’ pescando il più classico degli autogol di Ilic ristabilendo la parità sul 2-2.

 

Altri sei minuti e l’Hellas passa di nuovo in vantaggio grazie ad una pregevole conclusione da fuori di capitan Faraoni che sfiora la traversa e si infila nella porta di un Rui Patricio evidentemente esente da colpe.

Mou attinge dalla panchina giocandosi il tutto per tutto, ma è il suo portiere a tenere aperta la sfida opponendosi ancora a un Caprari in stato di grazia.

Poi il fortino gialloblu riesce a contenere senza patemi il forcing giallorosso e conquistare la prima vittoria grazie alla “cura” Tudor.

 

Amareggiato nel post partita il tecnico portoghese: “Nulla da dire sullo sforzo, ma non ci siamo adattati bene al loro modo di giocare. Adesso dobbiamo capire gli errori, conoscevamo le loro qualità. A fine primo tempo stavamo vincendo, ma non siamo stati colti di sorpresa dalla loro reazione. Dobbiamo avere più gioco in attacco e vincere più ‘uno contro uno’”.

Verona-Roma 3-2: tabellino e note

Verona (3-5-2): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini (1' st Magnani); Faraoni, Bessa (19' st Tameze), Ilic, Barak, Lazovic (37' st Casale); Caprari (33' st Hongla), Simeone (19' st Kalinic). A disposizione: Berardi, Cancellieri, Casale, Cetin, Lasagna, Pandur, Ragusa. All.: Tudor.

 

Roma (4-2-3-1):: Rui Patricio; Karsdorp (32' st Smalling), Mancini, Ibañez, Calafiori (32' st Mayoral); Veretout (21' st Perez), Cristante; Zaniolo (21' st El Shaarawy), Pellegrini, Shomurodov (21' st Mkhitaryan); Abraham. A disposizione: Boer, Darboe, Diawara, Fuzato, Kumbulla, Tripi, Villar. All.: Mourinho.

Note

Arbitro: Maresca di Napoli

Marcatori: 38' pt Pellegrini, 4' st Barak 9' st Caprari, 12' aut. Ilic, 17' st Faraoni.

Ammoniti: Faraoni, Barak, Hongla, Casale; Veretout. Recupero: 1+5

I più visti

Leggi tutto su Sport