TimGate
header.weather.state

Oggi 26 maggio 2022 - Aggiornato alle 14:00

 /    /    /  serie a 21 22 genoa milan 0 3
La bella vittoria del Milan a Genoa (0-3)

La gioia di Brahim Diaz e Messias, autore di una doppietta alla prima da titolare in rossonero- Credit: Francesco Scaccianoce / IPA / Fotogramma

SERIE A02 dicembre 2021

La bella vittoria del Milan a Genoa (0-3)

di Gianluca Cedolin

Ibra e una doppietta di Messias hanno deciso la sfida

Il Milan ha vinto 3-0 a Genoa, ritrovando il successo in campionato dopo un pareggio e due sconfitte e portandosi a -1 dal Napoli, fermato a Sassuolo.

 

>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

La squadra di Pioli ha giocato con sicurezza, rischiando poco contro un Genoa ordinato e volenteroso ma poco propositivo e incisivo, anche a causa di assenze come Destro, Caicedo, Criscito. Dopo l’infortunio al primo minuto di Kjaer, un problema al ginocchio da valutare oggi, ci ha pensato Ibra a portare in vantaggio i suoi, segnando con una bella punizione dal limite e superando Piola come miglior marcatore in Serie A dopo i 38 anni (31 gol). Sul finire del primo tempo, dopo qualche bella iniziativa di Brahim Diaz, tornato ai livelli di inizio stagione, Junior Messias ha trovato il secondo gol consecutivo di testa, battendo Sirigu con una traiettoria beffarda.

 

Nella ripresa il Milan ha gestito senza troppi problemi la partita, anche se Maignan ha dovuto compiere due grandi parate sul colpo di testa di Hernani e sul tiro quasi da centrocampo di Portanova. In mezzo, era arrivata la doppietta di Messias, bravo a concludere con un preciso sinistro un’azione iniziata da un tacco di Krunic, proseguita con una bella discesa sulla fascia di Hernandez e rifinita da Brahim Diaz. Pioli ha potuto far riposare Ibra, sostituito da Pellegri, e Leao, nemmeno entrato. In attesa di recuperare pezzi (mancano ancora Rebic, Giroud, Calabria e altri), ha ritrovato Tomori e, nel secondo tempo, ha avuto buone risposte da Kalulu schierato centrale di difesa. Sabato a San Siro arriva la Salernitana, una partita da non sbagliare per continuare la corsa Scudetto.