Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 maggio 2021 - Aggiornato alle 20:00
Live
  • 20:41 | Basket, Serie A: Daye regala a Venezia gara 1, Sassari ko 92-91
  • 19:56 | Basket, Serie A: l'Olimpia Milano schianta Trento 88-62 in gara 1
  • 19:37 | Palù (Aifa): "Sì al richiamo Pfizer e Moderna a 42 giorni"
  • 19:36 | Giro d’Italia, sesta tappa e nuova Maglia Rosa
  • 19:08 | Israele-Gaza, venti di guerra
  • 18:17 | Un film sui primi giorni del coronavirus (negli USA)
  • 18:09 | “Knives Out 2”, si preannuncia un cast stellare
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 201 morti
  • 17:58 | Il museo dedicato a Bob Dylan aprirà nel 2022
  • 17:37 | Due date live per Giordana Angi a fine 2021
  • 17:00 | Buon compleanno al principe Filippo di Svezia
  • 16:24 | J-Ax racconta l'esperienza con il Covid nel brano "Voglio la mamma"
  • 15:55 | Matteo Berrettini perde e saluta gli Internazionali d’Italia
  • 15:50 | Lorella Boccia ospita Alessandra Amoroso nel suo "Venus Club"
  • 15:13 | "N O R D", il disco d'esordio di ALFA spiegato canzone per canzone
  • 15:12 | Supplì al telefono senza carne, forse anche più buoni
  • 15:05 | Uovo in camicia: ricetta e guida per cucinarlo
  • 14:47 | Eurispes 2021, Fara: ragioniamo su 'ricostituzione' post-pandemia
  • 14:28 | Assistenza medica gratis 24 ore su 24 per i clienti TIM UNICA
  • 13:55 | Cosa sappiamo sulla ripartenza dei matrimoni
super-league-florentino-perez-non-si-arrende - Credit: Fotogramma/IPA
calcio 22 aprile 2021

Super League, Florentino Perez non si arrende

di Pierfrancesco Catucci

Il presidente del Real Madrid torna a parlare in radio

Florentino Perez, il presidente della Super League nata e morta nel giro di 48 ore, torna a parlare in radio e dopo mezzanotte, l’orario divenuto di punta per tutte le comunicazioni sull’argomento.

A El Larguero della Cadena Ser, il programma radiofonico sportivo di riferimento della notte spagnola. E non getta la spugna.

 

“Ci hanno voluto uccidere – dice il numero uno del Real Madrid – come se avessimo tirato una bomba atomica. In vita mia non avevo mai visto tanta aggressività. Aggressività di gente che non vuole perdere i propri privilegi”.

 

E poi rilancia la sfida: “La Superlega non è morta. Dicono che la Juventus se n’è andata, e non è così. Dicono che il Milan se n’è andato, e non è così (anche se il club ha preso le distanze e Maldini ha chiesto scusa ai tifosi, ndr). Anche gli inglesi sono ancora dentro, come il Barça. Siamo ancora tutti dentro perché per uscire bisogna pagare una penalizzazione. Abbiamo deciso di prenderci una pausa per cercare di spiegare un progetto al quale abbiamo lavorato per tre anni. E che forse abbiamo illustrato male. Ma non ce ne hanno dato il tempo, ci hanno attaccato con un’aggressività incredibile”.

 

Secondo Perez la responsabilità del fallimento è del Manchester City, pur senza nominarla direttamente: “Tra noi 12 c’è sempre stata una società inglese meno convinta degli altri, e che ha contagiato negativamente il gruppo. Tra le altre società inglesi ci sono diverse persone in là con gli anni, si sono spaventati. Ci sono tanti americani che hanno club in Nfl, in Nba, hanno altri interessi, non si aspettavano questa aggressività, si sono preoccupati. Avevamo un accordo vincolante ma abbiamo preferito farci da parte”.

I più visti

Leggi tutto su Sport