Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 14 maggio 2021 - Aggiornato alle 15:00
Live
  • 15:35 | Vaccini anti-Covid: il nuovo record della Germania
  • 15:30 | Regno Unito, i vaccini hanno evitato 12mila morti
  • 15:24 | Nuove accuse del principe Harry alla Royal Family
  • 15:23 | Italia: stop alla quarantena per chi arriva dall’Ue
  • 15:10 | Il derby tra Roma e Lazio, sabato sera
  • 15:09 | Katie Holmes ed Emilio Vitolo si sono lasciati
  • 15:01 | Amici 20, la finale: tutto quello che c'è da sapere
  • 14:44 | "Inacustico D.O.C. & More", tutto sul nuovo album di Zucchero
  • 14:33 | Chi è Riccardo Foresi, l’intervista all’artista marchigiano
  • 14:16 | Che fine ha fatto Bill Goodson, coreografo ad Amici
  • 13:59 | I migliori condizionatori a basso consumo: quali scegliere
  • 13:54 | Come evitare di sprecare il cibo
  • 13:47 | 5 posti dove fare il brunch all'aperto a Milano
  • 13:41 | Film che fanno piangere adolescenziali
  • 13:31 | 10 idee per fare amicizia con i vicini di casa
  • 13:19 | La Juventus si gioca tutto contro l’Inter
  • 12:54 | Ok a 4.300 tifosi per la finale di Coppa Italia
  • 12:44 | Le nuove uscite della settimana su TIMMUSIC
  • 12:26 | “Urban Inspirations”, lo show tv di Frankie hi-nrg mc
  • 12:10 | Per la Giornata delle Api su TIMGAMES i clienti TIM giocano gratis a Bee Simulator
super-league-naufragata - Credit: Fotogramma
calcio 21 aprile 2021

La Super League è già naufragata dopo due giorni

di Pierfrancesco Catucci

Dietrofront dei sei club inglesi. Anche l’Inter con un piede fuori

È durata meno di 48 ore la Super League di calcio che puntava a far giocare tra loro i più forti, ricchi, titolati e tifati club europei per fare all-in di diritti tv e spartirsi una torta che, solo per cominciare, era di 3,5 miliardi di dollari.

Dopo le minacce di Fifa, Uefa, federazioni e leghe nazionali e della politica, però, nella serata di martedì le fondamenta del nuovo organismo hanno cominciato a frantumarsi.

 

Erano 12 le squadre fondatrici della Superlega, destinate a diventare 15 almeno nelle intenzioni, ma nel giro di due giorni sono diventate 6 e forse 5. I primi a sfilarsi sono stati quelli del Manchester City, mentre anche dal quartier generale del Chelsea cominciavano a filtrare voci in tal senso. Poi anche da casa Arsenal e, a stretto giro, nella tarda serata di martedì, è arrivata l’ufficialità che i sei club inglesi erano fuori.

 

Poi l’Ansa ha battuto anche una dichiarazione dell’Inter in cui si diceva che “il progetto della Superlega allo stato attuale non è più ritenuto di interesse dall’Inter”, anche se nessuno dei dirigenti nerazzurri ha ancora parlato per spiegare la posizione del club.

 

Ma anche Barcellona e Atletico Madrid sembrano vacillare. Si tratta, infatti, di due club la cui proprietà è l’azionariato popolare e i due presidenti hanno fatto sapere che avrebbero sottoposto la decisione di partecipare o meno alla Superlega all’assemblea degli azionisti.

 

Nella notte dalla Super League è arrivato un altro comunicato in cui c’è scritto che “Date le circostanze dovremo riconsiderare i passaggi più appropriati per modificare il progetto”.

 

Di sicuro hanno influito anche le posizioni dei governi dei Paesi interessati, con il premier inglese Boris Johnson che aveva annunciato di essere pronto a prendere qualsiasi provvedimento per impedire la creazione della Superlega.

 

Nella giornata di martedì, dopo le dure parole di tutte le istituzioni del calcio e dello sport, erano arrivate le prime reazioni anche da parte di alcuni tesserati di spicco dei club coinvolti. L’allenatore del Manchester City Guardiola, in conferenza stampa, aveva parlato di meriti sportivi e vittorie e sconfitte alla base dello sport.

 

I giocatori del Liverpool avevano addirittura condiviso tutti e contemporaneamente un post su Instagram di poche ma incisive parole: “Non ci piace e non vogliamo che accada. Questa è la nostra posizione comune”.

 

E in serata, prima della partita di Premier League tra Chelsea e Brighton, i tifosi dei Blues avevano manifestato contro la Superlega davanti a Stamford Bridge, rendendo complicato anche l’arrivo del pullman della squadra allo stadio. E hanno esultato come per una vittoria quando sono arrivate le prime notizie sulla posizione del club.

 

L’unico a esporsi negli altri due campionati è stato il capitano del Barcellona Piqué che ha sottolineato che “il calcio appartiene ai tifosi”.

I più visti

Leggi tutto su Sport