TimGate
header.weather.state

Oggi 16 maggio 2022 - Aggiornato alle 10:00

 /    /    /  torino sampdoria europa
Il Torino ribalta la Sampdoria e si avvicina all’Europa

- Credit: Fotogramma/IPA

calcio15 gennaio 2022

Il Torino ribalta la Sampdoria e si avvicina all’Europa

di Franco Porto

Singo e Praet rispondono alla rete blucerchiata di Caputo

Secondo successo di fila del Torino che supera 2-1 in rimonta la Sampdoria a Marassi e ritrova una vittoria in trasferta che mancava da quattro mesi. In svantaggio dopo il gol doriano di Caputo su assist di Gabbiadini, i granata hanno pareggiato con Singo su cross di Vojvoda e chiuso la rimonta con la rete di Praet.

 

Grande soddisfazione nel post partita per Juric: “È una vittoria strameritata, abbiamo dominato la partita ma è stata dura fino alla fine. Noi in zona Europa? Fino ad ora ce la siamo conquistata. Però guardiamo partita per partita e pensiamo alla prossima: c’è il Sassuolo, una squadra favolosa in attacco dove ha un livello tecnico elevatissimo. Noi però siamo lì e vogliamo starci più tempo possibile”.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Juric non è sorpreso dal rendimento di questo Torino: “Stiamo facendo bene già da tanto tempo, sono molto soddisfatto di come gioca la squadra ma l'importante è non avere infortuni e assenze. La crescita di Vojvoda? Non aveva mai giocato sulla sinistra, l'abbiamo provato e abbiamo visto che si trova molto meglio. È un ragazzo spettacolare: in 2 mesi non aveva mai giocato, dopo è entrato e non ha mai perso il posto. Lavora tantissimo, si mette sempre dopo l'allenamento a provare i cross, ne fa 30 con il destro e 30 con il sinistro”.

 

Di umore opposto il tecnico della Sampdoria D’Aversa: “Per cercare di portare a casa punti contro il Toro serve la mentalità giusta. Peccato perché in alcune fasi della partita siamo stati anche più bravi di loro ma se non realizzi poi non vinci. Merito al Torino e peccato per noi che abbiamo sbagliato un paio di occasioni clamorose. Abbiamo concesso troppi cross facili. C’è rammarico perché sul primo gol Thorsby era appena rientrato in campo dopo l’infortunio. Dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire per allontanarci dalle zone calde della classifica”.