TimGate
header.weather.state

Oggi 21 maggio 2022 - Aggiornato alle 11:40

 /    /    /  Come creare una linea di abbigliamento
Come creare una linea di abbigliamento, e quanto costa

Ragazza che misura abiti su un manichino- Credit: iStock

COME FARE17 settembre 2021

Come creare una linea di abbigliamento, e quanto costa

di Barbara Vaglio

Scopriamo passo passo quali condizioni di partenza e quali azioni saranno utili

Lanciarsi nel mondo della moda facendo passi piccoli ma importanti, senza risparmiarsi in analisi concrete che permettano una migliore conoscenza del mercato e del target. Gettare le basi per far crescere un giovane marchio d’abbigliamento, scopriamo passo passo quali condizioni di partenza e quali azioni saranno utili per la sua evoluzione.

Creatività, business plan e team

La creatività è certamente importante ma da sola non basta, è utile sapersi muovere nel mondo del business ed essere affiancati da un partner manageriale o imprenditoriale. Un business plan che si basi su elementi concreti ha un valore portante per la struttura e la buona durata di un brand, permette di partire con le idee chiare sui tempi e sulle modalità di lancio ed espansione.

 

Ci potranno essere difficoltà e ostacoli e sarà importante non perdere la fiducia nel proprio progetto e nelle possibilità che questo possa superarle e crescere, servono creatività e imprenditorialità, due qualità che difficilmente coesistono nella stessa persona, per questo conta avere un buon team, solido e coeso.

Protezione del brand

Proteggere un brand sin dalla sua nascita è un altro passo fondamentale. Serve, quindi:

  • effettuare una ricerca di anteriorità per verificare che il marchio non appartenga già ad altri;

  • registrare e depositare come marchio comunitario estendendolo poi come marchio internazionale o nazionale nei paesi di maggiore interesse;

  • proteggere il nome di dominio che interessa per evitare di doverlo recuperare successivamente;

  • le norme a tutela del design e quelle a tutela del diritto d'autore possono essere molto utili nella protezione dei diritti delle creazioni del designer.

Rapporti con produttori, distributori, agenti

Devono essere impostati e disciplinati correttamente sin dall'inizio per evitare problemi successivi. Nel caso in cui i finanziatori entrino a far parte della compagine societaria, è necessario disciplinare i rapporti anche con riferimento alla proprietà del marchio.

Analisi del mercato e target

La moda è un settore ampio e vorace di novità ma, come ogni mercato, deve essere studiato a fondo tramite indagini e studi preparatori per verificare l’esistenza di spazio per una nuova idea. Badate bene alle nicchie di mercato: moda curvy, bridal, abbigliamento per bambini.
Conoscere le caratteristiche del proprio cliente potenziale è un altro punto fondamentale: dove vive? Cosa fa? qual è il suo stile di vita, come spende il denaro e quali sono i suoi interessi?

Fundraising

Quando il business comincia a crescere e diventa più solido, cercare investitori professionisti può essere la strada. Permette di ottenere somme più grandi ma per cercare gli investitori giusti non è un fatto banale. Sarebbe utile che gli investitori in questione siano in grado di offrire, oltre al capitale, un contributo in termini di know-how, contatti e altri canali che possano aiutare il business.

Produzione

Dall’idea alla realizzazione il percorso è lungo. Dai bozzetti si passa alla definizione del modello, su cui, poi, si baserà lo sviluppo delle taglie. Il modellista ha, quindi, un ruolo cruciale: realizza il cartamodello e il prototipo. Successivamente si passa alla selezione dei giusti tessuti, pellami, accessori. Importante: la prima collezione potrebbe rivelarsi molto costosa, la realizzazione di un solo capo potrebbe costare anche 4-5.000 euro.

Arrivare al mercato

Scegliere il giusto showroom può essere il primo passo per far arrivare la collezione al mercato. È molto importante l’empatia e la condivisione del progetto, non dimentichiamo di fare un’attenta valutazione del potenziale dello showroom, ossia la sua copertura geografica e l’apertura rispetto all’estero.