TimGate
header.weather.state

Oggi 07 ottobre 2022 - Aggiornato alle 17:36

 /    /    /  Come eliminare i tarli del legno
Come eliminare i tarli del legno

Tarli del legno- Credit: iStock

COME FARE09 agosto 2022

Come eliminare i tarli del legno

di Barbara Vaglio

Tarli del legno, come riconoscerli e combatterli.

Se avete paura che i vostri mobili o il parquet siano stati intaccati dai tarli, potete comunque provare a riconoscere il problema e mettere in pratica alcune semplici azioni per sbarazzarvene.

Come si presentano

I tarli sono coleotteri, insetti piccoli e allungati, di colore marroncino e sono dotati di ali. Le ali, però, sono racchiuse al di sotto di scudi dorsali molto duri, detti elitre. Le ali dei tarli, quindi, non sono visibili quando questi sono a riposo.

Buchi e rosura

La prima traccia della presenza dei tarli sono proprio i buchi di sfarfallamento dal quale fuoriesce il tarlo adulto. Questi animali scavano delle gallerie nel legno durante la fase larvale, ci accorgiamo della loro presenza dai buchi che si formano sulla superficie del legno e dalla polverina che ritroviamo a terra. Questa polverina, detta anche rosura, è molto fine e quasi impalpabile al tatto.
La larva del  tarlo si nutre di cellulosa, ossia della parte nobile del legno.

Il rumore

Alcuni tipi di tarli, come i tarli cerambicidi (tarli di grandi dimensioni), possono emettere dei rumori caratteristici quando la larva mangia il legno. Si può sentire un rumore di rosicchiamento.

Cose da non fare

Alcune delle azioni maggiormente compiute per la disinfestazione sono anche le più sbagliate, ecco una lista delle più comuni così che possiate evitarle:

  • No allo spennellamento di un prodotto antitarlo liquido perchè il legno è un materiale sostanzialmente idrofobo, che respinge i liquidi;
  • No alla chiusura dei “fori di sfarfallamento” con un insetticida. I fori che vedete nel legno sono fori di uscita, ciò vuol dire che i tarli sono già usciti da lì e avrebbe davvero poco senso siringare quei fori;
  • No all’azione comune di mettere il mobile o l’oggetto infestato chiuso in una stanza con una di quelle bombolette fumiganti antitarlo. Queste ultime non hanno nessuna azione diretta sul tarlo del legno, rischierete solo di intossicare la vostra casa;
  • non serve mettere l’oggetto in una busta sigillata con dentro un prodotto chimico. Questo sistema non garantisce l’eliminazione dell’insetto a qualsiasi stadio vitale esso si trovi.
  • non serve neanche la procedura spesso messa in pratica di bagnare il legno infestato con il petrolio;
  • evitate anche di segare il legno là dove ci possono essere i tarli. Potrebbero esserci delle uova, per esempio, che poi si schiuderanno e che non danno nessun segnale della loro presenza.

Come eliminare il tarlo del legno dai mobili 

Il metodo migliore è il pallone in PVC:

  • si mettono i mobili colpiti dai tarli all’interno del pallone in PVC;
  • si elimina l’aria facendo il vuoto con una pompa;
  • si immette anidride carbonica fino a saturazione;
  • si mantiene a temperatura controllata per 18 giorni.
     

Questo sistema stermina gli insetti a qualsiasi stadio vitale, siano essi uovo, larva, adulto.