TimGate
header.weather.state

Oggi 02 ottobre 2022 - Aggiornato alle 18:00

 /    /    /  Come fissare il colore sui tessuti
Come fissare il colore sui tessuti: idee per tingerli

Persona che consulta i colori dei tessuti- Credit: iStock

COME FARE16 settembre 2021

Come fissare il colore sui tessuti: idee per tingerli

di Barbara Vaglio

Tinteggiare un capo in modo naturale ricorrendo a tecniche artigianali antiche o alla colorazione con frutta, bacche, spezie

Stingere e cogliere l’occasione per tingere in modo alternativo un capo. Non disperate, l’occasione potrebbe rivelarsi divertente.

Tinture naturali

Per cogliere l’occasione di un capo stinto, potreste pensare a una nuova tintura naturale e realizzata artigianalmente. Non solo i fondi del caffè, potete impiegare anche le spezie, le bacche o la frutta e ottenere una più ampia tavolozza dei colori:

  • marrone: caffè, tè

  • nero/grigio: carruba, radici di iris

  • blu: more, mirtilli

  • rosso: barbabietola rossa, henné

  • giallo: curcuma, zafferano, camomilla (per un giallo paglierino)

  • verde: foglie di edera per un verde brillante, foglie di ortica per un verde più tenue

  • rosa: fragole, amarene, petali di rosa rossa

  • arancione: curry, melograno

  • viola/lilla: bacche di sambuco.

Procedimento

Prima di tingere il capo, lasciatelo in ammollo per circa un’ora in una soluzione mordente, sempre naturale. Questo passaggio aiuterà nel migliore attecchimento della tintura. Facciamo un esempio pratico: se avete scelto di colorare il capo con bacche o frutta, mettete il capo in una soluzione di sale (1 parte di sale e 16 parti di acqua fredda); fate bollire per un’ora. Importante: utilizzate tanto colorante naturale quanto è il peso dell'indumento, se il vostro capo pesa 50 grammi e lo volete tingere di rosso, utilizzerete 50 grammi di barbabietola.

 

Ecco il procedimento nel caso decidiate di impiegare le barbabietole: mettete il capo a bollire in una pentola con tanta acqua fino coprire completamente l'indumento; versate un cucchiaio di sale grosso e, poi, il vostro colorante naturale; fate bollire per circa un’ora, filtrate poi l'acqua per eliminare i residui di colorante vegetale; una volta pulita l'acqua, rimettetela a bollire, immergete il capo nella pentola e lasciatelo bollire per almeno tre ore. Una volta raggiunta l'intensità di colore che desiderate (più passa il tempo e più il colore diventa intenso), spegnete il fuoco e lasciate il capo in ammollo a raffreddare. Infine sciacquate con acqua fredda e mettetelo ad asciugare come per la tintura in lavatrice.

La tecnica Tie-Dye

Si tratta di una tecnica artigianale cinese realizzata su tessuti a base chiara, permette di creare la famosa tintura a nodi. Su un tessuto bianco che sia stato precedentemente lavato e stirato, fate nodi distanti almeno due centimetri l’uno dall’altro. Per fare i nodi, potete anche usare degli elastici o della corda. Bagnate l’indumento prima di immergerlo nel colore, risciacquate senza sciogliere i nodi, fate asciugare e sciogliete i nodi, il gioco è fatto.

Rimedi contro i capi che stingono

Se un capo stinge una volta potrebbe farlo nuovamente, nel caso vogliate evitare spiacevoli e nuove sorprese ecco come fare per evitare che riaccada:

  • aceto di vino bianco, quello classico da cucina. Prendete l'indumento che stinge e mettetelo a bagno in acqua fredda, aggiungete due bicchieri di aceto e lasciate in ammollo per circa tre o quattro ore. Dopo aver sciacquato l'indumento in questione, lavatelo con un detersivo per capi delicati;

  • sale grosso. Seguite lo stesso procedimento dell’aceto di vino bianco: lasciate in ammollo l'indumento con acqua fredda, aggiungete quattro cucchiai di sale grosso da cucina per circa mezz'ora, sciacquate e lavate con un detersivo delicato.