TimGate
header.weather.state

Oggi 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 08:00

 /    /    /  Come non far annerire la frutta tagliata senza limone
Come non far annerire la frutta tagliata senza limone

Pesche- Credit: iStock

COME FARE03 agosto 2021

Come non far annerire la frutta tagliata senza limone

di Barbara Vaglio

Ecco ;alcuni utili consigli su come non fare annerire la frutta tagliata

Frutta e verdura sono componenti indispensabili per una buona dieta. Il loro apporto di sali minerali e vitamine è elevato, e si tratta senza dubbio di elementi molto importanti per l'organismo, poiché contribuiscono al suo mantenimento e alla sua protezione. In definitiva, consumare frutta giornalmente è assolutamente consigliato, soprattutto fuori dai pasti come spuntino o merenda. Tuttavia, succede molto che spesso che per comodità, si decide di tagliarla a pezzetti o a spicchi e fare una bella macedonia. Ma certa frutta ha una caratteristica: può annerire velocemente. È un processo comune a tanti frutti, come mele, banane o pere. Nella presente guida, vi fornirò alcuni utili consigli su come non fare annerire la frutta tagliata. Vediamo quindi come procedere.

Ossidazione della frutta

La frutta annerisce a causa del contatto prolungato con l'ossigeno: questo processo è comune a molte piante, perché rappresenta un meccanismo di difesa. Tale meccanismo è dovuto ad un gruppo di enzimi, i polifenolossidasi. Tali enzimi modificano alcune molecole della frutta, le polifenoliche, legandole ad un atomo di ossigeno, e a livello chimico, questo fenomeno causa le macchie scure della frutta, che spesso è possibile notare sulle banane. Questi pigmenti bruni appartengono alla stessa famiglia delle melanine, mentre nell'organismo umano, la melanina fa da scudo contro i raggi ultravioletti.

Bagnare la frutta con del succo d'arancia

Questo metodo, oltre che utile per non fare annerire la frutta, insaporisce la macedonia, ma se dovesse risultare troppo acida, potrete aggiungere al mix di frutta dello zucchero, oppure scegliere del succo d'arancia. Anche l'arancia, infatti, esercita questa funzione protettiva, ed il segreto è tutto nella vitamina C. Erroneamente, si pensa spesso che sia merito dell'acidità, ma in realtà non è così, ragion per cui l'aceto non è utile per impedire alla frutta di annerire. Se d'ora in avanti, vorrete gustare una macedonia di mele, pere e banane, saprete come evitare che annerisca. Un altro metodo utile per non far annerire la frutta tagliata è il sottovuoto. L'ideale per portare della frutta pronta da mangiare durante viaggi lunghi.

 

Anche l’arancia è capace di esercitare una funzione protettiva sulla frutta. Tutto merito della vitamina C in essa contenuta. Spesso si pensa che tutto sia dovuto all’acidità, invece non è così, infatti l’aceto non sarebbe utile, per impedire alla frutta di annerire. Un altro metodo utile, per evitare che sulla frutta compaiano delle macchie nere, consiste nell’impiego del sottovuoto. È una soluzione ideale per portare con noi la frutta pronta da mangiare, durante i lunghi viaggi, specialmente se ci troviamo in un periodo caldo.

 

Questo metodo va bene soprattutto per le banane, se si vuole conservarle ancora protette dalla buccia. Utilizziamo la pellicola trasparente da cucina e avvolgiamola intorno all’attaccatura del frutto. In questo modo riusciremo a rallentare il processo di maturazione. Sempre per le banane, un altro rimedio naturale da utilizzare, per non farle annerire, consiste nel succo d’ananas. Cospargiamo la frutta con esso oppure immergiamola nel liquido per alcuni minuti. Le banane, anche tagliate a fettine, rimarranno intatte.

 

Il sale si caratterizza per essere un vero e proprio conservante naturale e si rivela efficace per mantenere bianchi i pezzetti di mela tagliati. Non dobbiamo fare altro che preparare una soluzione, sciogliendo mezzo cucchiaino di sale in un litro di acqua fredda. Immergiamo le mele tagliate nell’acqua salata per circa 5 minuti. Togliamole e provvediamo a risciacquarle in un colino. In questo modo le fettine di mela verranno preservate dall’ossidazione. Il segreto consiste nell’utilizzare poco sale e nel risciacquare per bene la frutta, in modo da non alternarne il gusto.

 

Anche questo metodo si può applicare soprattutto alle mele. Può essere utilizzato fino a quando il frutto conserva la sua buccia ed è stato tagliato in 2 o 4 spicchi. Tagliamo la mela e ricomponiamola, come se fosse una sorta di puzzle. Avvolgiamo un elastico intorno al frutto, in maniera che sembri ancora intero. In questo modo la polpa non verrà lasciata esposta all’aria.

Bagnare la frutta con del succo di limone

Per non fare annerire la frutta tagliata, potreste esporla a basse temperature, dato che sia il frigo, sia il freezer possono ritardare il processo, tuttavia, non sono in grado di bloccarlo. In alcuni casi, si prolunga la "vita" e le naturali proprietà di un alimento con la pastorizzazione, ma questo metodo non è utile con tutti i cibi, poiché alcuni potrebbero mutare consistenza e colore. Il metodo principale per non fare annerire la frutta è noto fin da tempi lontani, e consiste principalmente nel bagnare la frutta stessa con del succo di limone, anche diluito. Sarà sufficiente cospargere un po' di limone sulla superficie della frutta tagliata.