TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  coltivare seme di avocado
Come piantare un seme di avocado

Seme di avocado in un bicchiere- Credit: iStock

COSTUME E SOCIETÀ24 agosto 2020

Come piantare un seme di avocado

di Melissa Viri

Sembra incredibile ma far crescere un avocado in terrazzo è semplicissimo e molto divertente

Basta acquistare un frutto, preparare una squisita insalata o una guacamole e conservare il seme per mettere alla prova il proprio pollice verde.

 

Naturalmente la pianta difficilmente darà frutti, però di sicuro crescerà rigogliosa e sana: con poche attenzioni e sul terrazzo o nel giardino ci sarà una bella novità da far ammirare ai propri amici.

Caratteristiche della pianta di avocado

L’avocado è un albero originario dell’America Meridionale e Centrale, che cresce in condizioni ottimali nelle zone con climi caldi, quindi anche in Italia meridionale è coltivato con successo, soprattutto in Calabria e in Sicilia.

 

Raggiunge altezza notevoli ed ha una bella chioma verde intenso con foglie molto grandi ed allungate. I fiori sono di piccole dimensioni e raggruppati fra loro mentre il frutto, che così tanto entusiasmo suscita in cucina, è una drupa. La raccolta avviene da fine ottobre a febbraio, a seconda delle varietà.

 

L’avocado è una pianta conosciuta fin dall’antichità per le sue tante qualità, fra le quali quelle afrodisiache. Già gli Atzechi lo usavano largamente e comparavano la forma del frutto con quella dell’apparato sessuale maschile, anzi per la precisione, con i testicoli.

 

Nel corso dei secoli è stata coltivata in vari continenti: in Asia, in particolare nelle Filippine ed in Indonesia, in Europa, in Africa e poi persino in Oceania.

Come coltivare l’avocado in casa

Per procedere alla coltivazione casalinga dell’avocado bisogna avere a disposizione un seme, ricavato direttamente dal frutto che si acquista nei supermercati, un contenitore di dimensione medio-piccola, stuzzicadenti ed acqua.

 

Dopo aver estratto il seme dal frutto si inseriscono gli stuzzicadenti nel seme così che esso possa poggiare sul bordo del contenitore, senza andare a fondo.

 

Si riempie il recipiente di acqua fino ad arrivare all’orlo e si posiziona il seme in modo che la parte meno tondeggiante resti immersa, mentre l’altra fuoriesca; il tutto deve essere messo in piena luce, magari su una finestra, in modo che prenda molto sole.

 

A questo punto non resta che aspettare: per germogliare ci vogliono dalle 3 alle 6 settimane durante le quali non si dovrà far altro che aggiungere acqua quando evapora.

Trapiantare la pianta di avocado

Dopo che l'avocado ha messo le radici, cominceranno a spuntare anche le prime foglie ed il fusto; quando questo ha raggiunto i 5 cm, va tagliato per rendere le radici più forti.

 

Quando sarà cresciuto di nuovo deve essere ancora tagliato in modo che la pianta cominci a rinvigorirsi mettendo foglie e radici nuove. Nel giro di qualche settimane l’avocado è pronto per essere messo a dimora.

 

Il seme va interrato in un vaso di circa 30 cm, con un mix di argilla e terriccio, lasciando la parte superiore al di fuori. La pianta va posta al sole ed innaffiata con frequenza ma senza esagerare.