TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 10:56

 /    /    /  Come prendersi cura delle piante carnivore
Come prendersi cura delle piante carnivore

Le accortezze da avere con una pianta carnivora- Credit: iStock

COME FARE07 novembre 2021

Come prendersi cura delle piante carnivore

di Barbara Vaglio

Dal vivaio a casa vostra, come comportarsi con una pianta carnivora.

Le piante carnivore hanno bisogno di un preciso habitat per adattarsi e sopravvivere. Come possiamo aiutarle a crescere e prenderci cura di questo tipo di piante?

L’acclimatazione

Il primo passo per una cura attenta e che tenga conto dell’habitat naturale delle piante carnivore è l’acclimatazione e per raggiungere un buon equilibrio e permettere a queste piante di vivere bene fuori dal vivaio dove, di solito, ricevono un’alta umidità ambientale e luce solare in quantità controllate.

 


Il nostro consiglio è quello di posizionare questo tipo di piante più vicino possibile a una fonte luminosa, come una finestra, così che si abituino gradualmente alla luce solare diretta.

Il vaso

I vasi di plastica andranno bene e permetteranno alla pianta di conservare più facilmente il loro grado di umidità. Non è essenziale trapiantarle immediatamente.

Il terriccio

La maggior parte delle piante carnivore proviene da habitat con terreni poveri di nutrienti e, per questo, impiegando un terriccio universale e ricco di nutrienti, potremmo provocare la loro morte.

 


Al momento del trapianto, è consigliabile inumidire il terriccio con acqua distillata e controllare che non si schiacci eccessivamente. Il terriccio delle piante carnivore deve essere spugnoso e poco compatto, in modo che le radici possano respirare.

L’irrigazione

L’acqua nel sottovaso è questo il modo più opportuno per irrigare una pianta carnivora, in questo modo, infatti, la pianta assorbirà da sola l’acqua di cui ha bisogno.