TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 18:00

Pittura pareti interne- Credit: Pexels

COME FARE01 luglio 2022

Come ridipingere i muri di casa senza spendere troppo

di Barbara Vaglio

Pitturare i muri fai da te, ecco come procedere.
 

Rinfrescare le pareti di casa senza spendere una fortuna, tutto quel che serve e come organizzarsi per un lavoro ben fatto.

Occorrente

  • Pittura
  • rullo
  • pennellessa per raggiungere gli angoli
  • secchiello per versare e diluire la vernice
  • stecca di legno per miscelare la pittura
  • scala
  • carta abrasiva per levigare le superfici
  • stucco per coprire eventuali buchi
  • spatola per stendere lo stucco
  • nastro adesivo per coprire il battiscopa e gli stipiti
  • teli per coprire i mobili
  • cartoni da mettere a terra per proteggere il pavimento.

La scelta della vernice

La selezione del migliore prodotto non è banale, basti pensare che i tipi di vernice sono tanti e differiscono in base all’uso: ci sono le vernici isolanti, quelle antimuffa, quelle che permettono di realizzare effetti particolari.

 

Se volete risparmiare dovrete orientare la scelta sulle classiche vernici acriliche e acquistarne la giusta quantità in base alla misura della stanza. Tenete conto che dovrete stendere almeno due mani di pittura.

Pitturare casa, gli step

Possiamo indicare tre fasi fondamentali del lavoro di imbiancatura: la preparazione della stanza; la preparazione delle mura e il momento in cui si inizia a pitturare.
Per preparare la stanza in modo adeguato è importante togliere i mobili così da potersi muovere liberamente, se questi non potessero essere spostati, copriteli con dei teli.

 

Servitevi, inoltre, del cartone sul pavimento per evitare di macchiarlo con le gocce di pittura; per quanto riguarda gli stipiti delle porte e il battiscopa, ma anche le prese di corrente, proteggeteli con il nastro adesivo.

 

La preparazione delle mura sottintende la copertura o correzione delle imperfezioni (piccole crepe o fori), servirà, quindi, dello stucco. Nel caso di una pittura preesistente, è consigliato grattare via lo strato superficiale, in modo da essere sicuri che la nuova vernice aderisca bene. Per questo lavoro dovrete servirvi della carta vetrata.

 

Rispetto alla pittura vera e propria è opportuno partire dal soffitto, così che se cade qualche gocciolina di pittura non macchierà le mura. Procedete con poca vernice alla volta e soprattutto andate sempre nello stesso verso. Con il rullo questa operazione risulta molto più veloce, ma vi servirà comunque anche il pennello per raggiungere gli angoli.

 

Dopo aver passato la prima mano, assicuratevi che la pittura sia del tutto asciutta prima di procedere con il secondo strato.