TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 16:15

 /    /    /  Come si puliscono le scarpe di camoscio
Come si puliscono le scarpe di camoscio

Scarpe donna di camoscio- Credit: iStock

COME FARE16 luglio 2021

Come si puliscono le scarpe di camoscio

di Barbara Vaglio

Belle ma delicate, ecco come prendersi cura e ripulire le scarpe scamosciate ;

Un materiale versatile eppure tanto delicato, le scarpe scamosciate si sporcano con poco. Come intervenire e pulirle senza rischiare di rovinarle?

Pulizia certosina, cosa serve avere

Una spazzola morbida con setole in gomma, uno strumento immancabile da utilizzare sulle scarpe scamosciate. Noi consigliamo di pulirle ogni qual volta le indosserete così da riprenderle pulite la volta dopo. Se avrete cura del vostro paio di scarpe scamosciate, potrebbero durare a lungo nel tempo e, ammesso che siano un po’ vissute, potrete ravvivarle con la camoscina, un prodotto appositamente studiato per questo tipo di materiale. Importante: rimettete a posto le scarpe nell’apposita scatola o nella scarpiera, evitate che la polvere si depositi sulle scarpe.

Interventi, le modalità più efficaci per pulire il camoscio

Per entrare nel vivo della pulizia che queste scarpe delicatissime richiedono, probabilmente più di altre, vi elenchiamo alcune modalità utili ed efficaci:

  • un batuffolo di cotone imbevuto di latte e poi strizzato può essere strofinato sulle eventuali macchie;

  • una gomma per cancelleria o quella apposita per il camoscio (la trovate nei negozi specializzati) è il tipico metodo “a secco” per rimuovere le macchie;

  • un’altra alternativa, certamente meno delicata, è data dall’unione di acqua, detersivo piatti e 10% di alcool etilico. Sfregate con questa soluzione, sciacquate bene la parte interessata e lasciate asciugare all’aria, al riparo dalla luce e da fonti di calore.

Le macchie più difficili e come fare per rimuoverle

Le macchie d’acqua sono tra le più difficili, soprattutto nel caso di scarpe scamosciate. Bagnate tutta la scarpa con uno spruzzino e, una volta asciutta, spazzolate bene impiegando la camoscina, questa vi permetterà di uniformare e ottenere un buon risultato finale. Olio e grasso? In questo caso sarà utilissima la pasta lavamani, delicata e sgrassante.

 

Utilizzatela “a secco” dopo aver inumidito la macchia e, infine, rimuovete gli eccessi con la spazzola. Se invece la macchia fosse fresca, usate del bicarbonato o del borotalco e tamponate la zona. Quando la crosta sarà secca, rimuovetela e applicate la pasta lavamani sulla superficie così da sciogliere l’unto. Le macchie di caffè, tè e succo di frutta sono difficili da rimuovere, eppure potete impiegare un batuffolo inumidito nell’aceto bianco.