TimGate
header.weather.state

Oggi 16 agosto 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  Contributi per andare in pensione: quanti anni servono
Contributi per andare in pensione: quanti anni servono

Uomo fa conti davanti al computer- Credit: iStock

COME FARE06 febbraio 2022

Contributi per andare in pensione: quanti anni servono

di Barbara Vaglio

Un quadro generale sulla situazione pensionistica e i contributi necessari per godere della pensione.

I requisiti e le età per andare in pensione, negli ultimi anni, hanno subito diverse variazioni quante sono state le modifiche legislative. L'esigenza di fondo è  di risparmiare sulla spesa previdenziale, che è uno dei capitoli più pesanti per il bilancio pubblico.

Un po’ di conti

La spesa previdenziale pesa non poco sul bilancio pubblico, ecco dei numeri: nel 2019 la spesa per pensioni  era pari al 14,1% del PIL complessivo e tra il 2021 e il 2022,  è passata da 295,5 miliardi a 304 miliardi.


Ad aggravare la situazione c’è l'andamento demografico, ossia l'invecchiamento della popolazione e la forte  denatalità. Ciò vuol dire che le giovani generazioni, che pagano i contributi necessari a pagare le pensioni, sono sempre meno numerose.

Riforme previdenziali

Dopo la legge Fornero, che ha  sancito il passaggio definitivo al  sistema contributivo,  ha codificato il  meccanismo che lega l'aumento della speranza di vita alla pensione di vecchiaia e ha eliminato la pensione di anzianità (quella con 40 anni di contributi a qualsiasi età), ci sono stati l’Ape volontario, ossia un anticipo pensionistico a 63 anni,  con un prestito bancario agevolato, garantito gratuitamente ad alcune categorie  (APE SOCIALE) e  la RITA , la  possibilità di anticipare la fruizione di quanto versato alla Previdenza complementare.

 

Infine, il Decreto Legge su Quota 100, pensionamento anticipato per gli iscritti alle gestioni INPS con 62 anni di età e 38 di contributi. Tale decreto non è stato rinnovato dopo il periodo sperimentale.

Attuale situazione

Oggi  il sistema prevede: la pensione di vecchiaia  cui hanno diritto tutti i lavoratori  assicurati con la previdenza obbligatoria e che all'età stabilita  per legge (67 anni dal 2019 al 2022, ma  che aumenterà progressivamente se aumenta la speranza di vita)  abbiano un' anzianità contributiva di almeno 20 anni.


Restano valide  alcune modalità di pensionamento anticipato: pensione anticipata della legge Fornero; APE volontario o sociale; Isopensione; Quota 102; pensione anticipata per  mansioni usuranti  e per i lavoratori precoci; Opzione Donna.



Nella nuova legge di bilancio 2022  hanno trovato posto:

  • la proroga e altre novità per Ape sociale 

  • la proroga per Opzione Donna assieme a 

  • un ampliamento dei contratti di espansione alle aziende dai 50  dipendenti in su

  • un fondo per il pensionamento dei lavoratori di PMI in crisi.