TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  Cosa è il durc, e a cosa serve
Cosa è il durc, e a cosa serve

Documenti di regolarità contributiva di un'impresa e il perché servono- Credit: iStock

COME FARE23 gennaio 2022

Cosa è il durc, e a cosa serve

di Barbara Vaglio

Un documento importante, specie se si partecipa a una gara d’appalto.

​​Documento unico di regolarità contributiva, questo è il significato dell’acronimo Durc. Si tratta di un documento che certifica la regolarità di un’impresa o di un operatore economico in termini di contributi previdenziali e assistenziali e serve per attestare che l’impresa sia in regola con i contributi INPS, INAIL e Casse edili. Tale certificato è spesso necessario per partecipare a una gara d’appalto.

Quando è obbligatorio?

Si prevede l’obbligo di presentazione del Durc nei seguenti casi:

  • appalti pubblici

  • nel caso di gestione di attività (o servizi) pubbliche in convenzione o concessione

  • lavori privati nel settore edile

  • per richiedere il rilascio dell’attestazione Soa

  • iscriversi all’albo dei fornitori

  • richiedere agevolazioni e incentivi.

Dove farlo e scadenze

Il documento unico di regolarità contributiva può essere richiesto online utilizzando il sito online dell’INPS o dell’INAIL. Terminata la richiesta, se l’esito sarà positivo, il documento verrà inviato in pdf direttamente nella casella di posta elettronica certificata o pec e avrà una durata di circa 90-120 giorni.

Cosa fare in caso di Durc negativo

Se l’impresa che fa la richiesta di questo documento non sia in regola con i contributi INPS, INAIL e Cassa, questa sarà messa al corrente delle irregolarità. Dopo la comunicazione, l’azienda avrà un tempo di 30 giorni per regolarizzare la sua posizione.

 

La mancata regolarizzazione della posizione contributiva ha per conseguenza l’impossibilità di partecipare alla gara d’appalto e la perdita di importanti benefici normativi e contributivi.