TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 19:00

 /    /    /  Fontana zen fai da te: come farla
Fontana zen fai da te: come farla

Fontana zen fai da te- Credit: iStock

COME FARE18 gennaio 2022

Fontana zen fai da te: come farla

di Barbara Vaglio

Distacca dal caos giornaliero e dona relax: i meriti di una fontanella e come realizzarla.

Nei salotti giapponesi, la fontana zen arreda e dona pace distaccando dalla vita caotica. Il continuo suono dell’acqua agevola la concentrazione, rilassa.
Se state pensando di volerne una nel vostro salotto, vi diciamo come fare per realizzarla in poche mosse.

Occorrente

  • ciotola
  • lastra di plexiglas
  • pompa per acquari
  • tubo
  • sassolini
  • trapano.

Costruzione e realizzazione

  • Partiamo dalla ciotola che dovrete procurarvi, dovrà essere profonda una decina di centimetri circa. La sua funzione è quella di contenitore per il ricircolo dell'acqua. Potete, inoltre, decorare la ciotola, colorandola con temi naturalistici oppure astratti secondo i vostri gusti personali.

  • La lastra di plexiglas, invece, dovrà essere tagliata da un esperto secondo la forma del contenitore, facendola di un paio di centimetri più piccola, in modo che si possa fissare al suo interno.

  • La piccola pompa per acquari servirà per il riciclo dell'acqua, il tubo che impiegherete dovrà essere adatto per la dimensione dell'attacco della pompa. Infine, come elemento decorativo potete usare una radice contorta o delle rocce.

  • Con un trapano o un avvitatore, inserendo una punta di dimensioni medio piccole per metallo, dovrete fare dei forellini lungo tutta la superficie della lastra di plexiglas.

  • Inserite la pompa all'interno di uno dei buchi fatti nella lastra, per poi collegarla al tubo.

  • Infine, inserite la pompa e la lastra all'interno della ciotola facendola incastrare bene alle pareti e lasciate all'esterno il resto del tubo e il filo della corrente.

  • Ricoprite la superficie della lastra con sassolini e versate dell'acqua all'interno del contenitore, facendola passare per i fori precedentemente fatti, fino al suo riempimento. Non usate acqua colorata, perché a lungo andare il pigmento finisce per accumularsi sul fondo e tutto l'effetto si perde.