TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  Come scegliere l’olio d’oliva
Come scegliere l’olio d’oliva

COME FARE01 giugno 2019

Come scegliere l’olio d’oliva

Ecco qualche consiglio che aiuta nella scelta dell'olio d'oliva migliore.

L'olio d'oliva è uno dei condimenti che non mancano mai sulla tavola degli italiani, sia che ci si torvi al Sud dove è il vero re della dieta mediterranea, che al Nord, dove in Regioni come la Toscana è immancabile.

Che sia utilizzato per condire, esaltare il gusto dei piatti più genuini o cucinare piatti saporiti, è importante portare sulle tavole un olio d'oliva di qualità.

Molto spesso si sente di scandali che coinvolgono i produttori, che non sempre propongono olio d'oliva puro o proveniente dal nostro Paese.

Non acquistare mai quello low cost e con indicazioni poco chiare

Al supermercato è facile imbattersi in bottiglie di olio d'oliva vendute a pochi euro al litro. Un prodotto di qualità nasconde dietro molto lavoro, tanto da causare un certo aumento di prezzo. Per quanto riguarda l'etichetta, è fondamentale servire sulle nostre tavole dei prodotti le cui etichette siano chiare, sia per quanto riguarda il luogo di produzione che il processo cui è stato sottoposto. Diffidare da quei prodotti le cui indicazioni geografiche sono sempre poco chiare oppure vengono esportati da Paesi fuori dall'Europa.

Scegliere l'olio extra vergine d'oliva biologico

Acquistando un prodotto proveniente da agricoltura biologica sarà certa l'assenza di sostanze chimiche e potenzialmente tossiche che spesso vengono aggiunte all'olio per assicurarne un grado di acidità ridotto. Solo infatti l'olio extra vergine di oliva ha un'acidità che si aggira attorno all'1%, tutti gli altri sono invece ottenuti da miscele che pure non sono. Le denominazioni IGP e DOP assicurano un prodotto di qualità in quanto vengono assicurate solo a quei prodotti che non hanno subito alcun trattamento e sono dunque controllati.

Tali denominazioni proteggono quindi all'interno dell'Europa dalle contraffazioni assicurando ai consumatori di portare sulle tavole prodotti di qualità come l'olio extra vergine d'oliva toscano DOP. Infine, una delle ultime accortezze riguarda la spremitura.

Acquistare quell'olio che sull'etichetta assicura una spremitura a freddo è sinonimo di garanzia in quanto permette di acquistare un olio di qualità superiore, che durante il processo di lavorazione, sempre inferiore ai 30 gradi, non ha subito alcuna alterazione e preserva tutte le qualità nutrizionali che lo rendono uno dei prodotti più sani e benefici al mondo.