TimGate
header.weather.state

Oggi 02 ottobre 2022 - Aggiornato alle 18:00

 /    /    /  Risparmiare e mettere da parte soldi, come fare
Risparmiare e mettere da parte soldi, come fare

Salvadanaio- Credit: Pexels

COME FARE01 giugno 2022

Risparmiare e mettere da parte soldi, come fare

di Barbara Vaglio

Mettere da parte qualche gruzzolo. Come fare?

Imparare a risparmiare si può. Esistono alcuni trucchetti per farlo al meglio, per esempio la regola del 50/30/20, vediamo come funziona.

In ottica di risparmio

Il presupposto fondamentale è voler risparmiare. Cominciate col fare una distinzione tra obiettivi di risparmio a breve e lungo termine. Un esempio di obiettivo di risparmio a lungo termine potrebbe essere un mutuo o un viaggio.

 


Il metodo S.M.A.R.T., ideato dallo psicologo statunitense Edwin Locke, potrebbe essere molto utile per raggiungere i tuoi obiettivi personali di risparmio: l’acronimo sta per specifico, misurabile, attendibile, rilevante e temporizzabile. Se i vostri obiettivi sono in linea con ciascuna di queste cinque categorie, significa che sono abbastanza realistici da permetterti di iniziare a risparmiare soldi.

Primi passi verso il risparmio

Per iniziare a risparmiare in modo efficace, dobbiamo capire esattamente quanto entra ed esce dal nostro conto ogni mese. Il modo migliore per farlo è tenere traccia di tutte le entrate e le uscite per un periodo di 30 giorni, annotando le transazioni su un foglio di calcolo tenendo conto dei costi fissi e di quelli variabili.

I costi fissi includono generalmente:

  • affitto
  • bollette del riscaldamento e della luce elettrica
  • assicurazioni (auto, assicurazione di responsabilità civile o proprietà)
  • rimborsi di prestiti per studenti.

I costi variabili possono includere:

  • spesa al supermercato
  • svago (ad es. uscite serali, cinema, viaggi, concerti)
  • abbigliamento
  • pranzi e cene fuori.

Le nostre energie saranno concentrate sui costi variabili facendo attenzione a come spendete il denaro. 

La regola del 50/20/30

Questa regola suddivide il budget in questo modo:

  • il 50% del reddito è per le "spese essenziali", ovvero i costi fissi come l'affitto e le bollette;
  • il 30% è destinato alle "spese discrezionali", ovvero ai costi variabili come mangiare fuori, andare dal parrucchiere e fare shopping;
  • il 20% è destinato ai risparmi o al pagamento dei debiti.