TimGate
header.weather.state

Oggi 16 agosto 2022 - Aggiornato alle 05:00

 /    /    /  Come conservare il pesto fatto in casa: sottovuoto e nei vasetti
Come conservare il pesto fatto in casa: sottovuoto e nei vasetti

Pesto genovese nel mortaio- Credit: iStock

COME FARE16 febbraio 2022

Come conservare il pesto fatto in casa: sottovuoto e nei vasetti

di Melissa Viri

Il pesto è un condimento di facile realizzazione, perfetto per condire piatti di pasta, da servire sia freddi che caldi.

Per la realizzazione del pesto occorre solo basilico fresco, pinoli, formaggio grana e olio extra vergine di oliva. La ricetta tradizionale prevede l'utilizzo del mortaio per amalgamare e fondere bene i vari ingredienti tra loro ma può essere utilizzato anche un frullatore a immersione.

 

Una volta realizzato il pesto è possibile conservarlo in vari modi, vediamoli insieme.

La tecnica del sottovuoto per conservare il pesto fatto in casa

Il sottovuoto è un ottimo metodo per conservare il pesto fatto in casa e prevede l'utilizzo di contenitori sterilizzati per l'occasione. I contenitori devono essere provvisti di chiusura ermetica per poi essere sterilizzati in una pentola di acqua bollente (basta inserire il barattolo dentro la pentola per qualche minuto).

 

Una volta passato il tempo necessario, i contenitori vanno asciugati con un panno pulito e saranno pronti per essere usati. Il pesto va inserito nel barattolo lasciando un po' di spazio prima del bordo e aggiungendo un filo d'olio sulla superficie.

 

Quando i barattoli saranno pronti vanno chiusi e rimessi in una pentola con acqua che dovrà bollire per almeno venti minuti.

Come conservare il pesto fatto in casa nel frigorifero

Il metodo del sottovuoto potrebbe alterare il sapore del pesto perché la salsa viene portata a cottura. Se invece si ama il sapore del pesto fresco, è meglio conservarlo in frigorifero ma, in questo caso, la salsa deve essere consumata entro una settimana dalla preparazione.

 

Il pesto fatto in casa va inserito in barattoli dall'imboccatura larga, utile per garantire un'ottima pulizia dei bordi nei quali si potrebbe depositare il prodotto e creare delle muffe. Anche in questo caso, è consigliabile aggiungere un filo d'olio sulla superficie.

Come conservare il pesto fatto in casa nel freezer

Se il pesto da conservare è molto, forse la soluzione migliore è quella di utilizzare il freezer usando degli stampini per il ghiaccio o piccoli vasetti di vetro.

 

Per avere un pesto dal sapore molto fresco, è consigliabile procedere alla conservazione appena la salsa è pronta mettendola negli stampini o nei vasetti, ricoprendo i primi con della pellicola trasparente e i secondi con i tappi dei quali sono provvisti. Il pesto si conserva nel freezer per circa tre mesi.