TimGate
header.weather.state

Oggi 16 agosto 2022 - Aggiornato alle 15:11

 /    /    /  Trucchi e consigli su come coltivare lo zenzero in casa
Trucchi e consigli su come coltivare lo zenzero in casa

Zenzero sul piatto- Credit: iStock

COME FARE08 marzo 2022

Trucchi e consigli su come coltivare lo zenzero in casa

di Melissa Viri

Uno degli alimenti che viene sempre di più usato in cucina dagli italiani è lo zenzero, che fa parte di moltissime ricette.

Per averlo sempre a disposizione, una delle possibilità è quella di coltivarlo in casa. Ecco una serie di consigli che vi aiuteranno a farlo in maniera corretta.

Come coltivare lo zenzero in casa

La pianta dello zenzero non richiede particolari cure e quindi la sua coltivazione è possibile anche da parte di non possiede il cosiddetto "pollice verde". Questa pianta ama molto il caldo e quindi deve essere tenuta all’interno della casa, oppure durante il periodo invernale in una serra di piccole dimensioni.

 

Un’altra caratteristica importante della pianta dello zenzero è che non ama i "ristagni d’acqua" ma nello stesso tempo richiede una idratazione continua nel tempo.

 

Dopo aver iniziato la coltivazione dello zenzero, per avere i primi prodotti utilizzabili sono necessari almeno 6 mesi, ma se si vuole avere un prodotto migliore si devono attendere almeno 10 mesi, il tempo necessario perché il ciclo di maturazione sia stato completato e le foglie della pianta sono divenute secche. Il periodo migliore per piantare lo zenzero è quello che va dalla fine dell’inverno sino ai primi mesi primaverili.

 

I "rizomi" dello zenzero, cioè le radici da piantare, sono preferibili biologici, ma se non sono disponibili si consiglia di lavarli molto a lungo prima di piantarle.

La coltivazione dello zenzero

Per una coltivazione corretta dello zenzero occorre un vaso di dimensioni non inferiori a 30 centimetri di diametro e di una certa altezza. Sul fondo del vaso devono essere posizionati dei piccoli sassi, proprio per evitare il ristagno d’acqua. Anche per quanto riguarda il terriccio da sistemare nel maso si deve scegliere il tipo "drenante". Sopra il terriccio si deve porre uno strato di terra più fine.

 

A questo punto si possono piantare le radici, e se nello stesso vaso si vogliono avere più piantine è necessario che siano distanziate tra di loro di almeno 20 centimetri. Le radici vanno piantate con i germogli che guardano verso l’alto e successivamente devono essere coperti con del terriccio fine.

 

L’irrigazione del vaso deve essere fatta spesso in modo che il terreno mantenga la giusta umidità. In partenza il vaso non deve essere riempito sino all’orlo e una volta che i getti dello zenzero sono visibili si devono ricoprire con altro terriccio, in maniera che la pianta tenda a salire verso l’alto con un maggiore sviluppo delle radici. Per quanto riguarda l’esposizione alla luce, durante le ore del mattino il vaso può essere tenuto maggiormente esposto, mentre nel resto della giornata deve essere tenuto in zone d’ombra anche se luminose.