TimGate
header.weather.state

Oggi 09 agosto 2022 - Aggiornato alle 16:15

 /    /    /  Brevetto per le immersioni: info e curiosità
Brevetto per le immersioni: info e curiosità

Immersione- Credit: Pexels

HOBBY10 marzo 2020

Brevetto per le immersioni: info e curiosità

di Daniela Melis

Fare le immersioni non è per niente facile ed è necessario un brevetto

Si corre un grosso pericolo a immergersi metri e metri sott’acqua senza essere esperti. Se si ha un esperto accanto, però, possono fare le immersioni anche le persone che esperte non sono.

All’accompagnatore serve però un brevetto per le immersioni: ecco alcune informazioni e curiosità.

Chi certifica

La prima importante informazione sui brevetti per le immersioni riguarda l’ente certificatore. In Italia ci si rivolge al Padi (Professional Association of Diving Instructors), un’associazione internazionale di istruttori di sub. È il Padi, infatti, che deve riconoscere la validità dei corsi di immersione. E questa è la prima cosa che va valutata.

I certificati

Il Padi prevede tre diversi certificati.

Il primo è quello base dedicato ai principianti.

Il secondo, invece, è dedicato a chi vuole accrescere il proprio livello, nonostante abbia già una certa esperienza.

Il terzo, invece, è quello che ci interessa, ossia il corso per poter diventare istruttore. In questo modo, però, si sarà davvero istruttore.

I costi e l’attrezzatura

Chiunque organizzi i corsi per poter diventare istruttori di immersioni e per poter fare immersioni, consiglia ai partecipanti di acquistare la propria attrezzatura da sub. I prezzi dei corsi per prendere il brevetto per le immersioni variano.

Si parte dai 200 euro fino a cifre più alte per i corsi avanzati. E poi, via, ci si può tuffare.