TimGate
header.weather.state

Oggi 28 maggio 2022 - Aggiornato alle 12:27

Artigiano che lavora il legno- Credit: iStock

HOBBY20 gennaio 2022

Intagliare il legno: quale tipo usare e come fare

di Melissa Viri

Un materiale come il legno si presta per innumerevoli lavorazioni. Qui qualche istruzione sull'intaglio

Chi è dotato di molta creatività, ma anche chi è semplicemente orientato al fai da te in casa, si è sicuramente imbattuto nella necessità di dover intagliare un pezzo di legno. Che si sia alle prime armi o che si tratti di un esperto dei vari tipi di legno, gli aspetti fondamentali per intagliare alla perfezione questo materiale sono dati da una notevole pazienza e dall'avere a disposizione gli strumenti necessari. Vediamo quindi cosa occorre per intagliare il legno e quale tipo usare.

Gli attrezzi necessari per intagliare il legno

L'attrezzo fondamentale per effettuare questa operazione è il coltello da intaglio. Si tratta di un utensile specificamente realizzato per questo scopo che risulta perfetto non solo per intagliare ma anche per modellare il legno; solitamente è caratterizzato dalla presenza di lame fisse e da un'impugnatura abbastanza lunga.

 

Strettamente correlato al coltello è una pietra per affilare le lame; queste ultime infatti si usurano abbastanza rapidamente per via delle operazioni eseguite e devono pertanto essere periodicamente affilate. Sono preferibili le pietre in ceramica in quanto permettono di avere una lama affilata alla perfezione. Molto utili sono anche delle spazzole in fibra sintetica e in differenti grani per modellare il legno ed eliminare i residui del taglio.

Quali sono i migliori legno da intagliare

Chi intraprende per la prima volta l'arte dell'intaglio deve necessariamente scegliere per le prime operazioni dei legni abbastanza teneri come la betulla, il salice, il pino, l'ippocastagno o il tiglio. Questi alberi sono caratterizzati in fatti da un legno decisamente facile da intagliare e che permette di effettuare i primi passi senza timore di commettere errori. Non appena si avrà maggiore esperienza ci si potrà orientare verso il ciliegio, il melo, l'olivo, l'acero o la noce che propongono una materia prima meno tenera ma che permette di ottenere dei risultati davvero molto interessanti.

Consigli per effettuare un buon intaglio

Una delle prime regole da seguire è quella di avere le lame del coltello che si utilizza sempre perfettamente affilate: i motivi sono da ricondursi al fatto che il taglio sarà più semplice e soprattutto più sicuro. Sotto quest'ultimo punto di vista è consigliabile sempre indossare un guanto sulla mano che tiene il pezzo di legno e che quindi non impugna il coltello. Infine, sempre in ambito di sicurezza, è opportuno indossare una mascherina protettiva per evitare di inalare la polvere del legno e indossare degli occhiali protettivi per scongiurare il pericolo di una scheggia nell'occhio.