TimGate
header.weather.state

Oggi 05 luglio 2022 - Aggiornato alle 21:00

 /    /    /  Quali sono le monete italiane più rare
Quali sono le monete italiane più rare

Monete- Credit: Pexels

HOBBY21 maggio 2022

Quali sono le monete italiane più rare

di Melissa Viri

Vediamo insieme quali sono le monete più rare!

La numismatica, cioè la collezione di monete antiche o comunque più vecchie delle attuali è una passione che accomuna molti italiani. Un ulteriore impulso è stato dato anche dall’arrivo dell’Euro, che dal 2001 ha preso il posto della Lira come moneta spendibile in Italia.

Un hobby molto diffuso

Grazie alle monete siamo in grado di conoscere alcuni risvolti della storia del nostro paese, e nel caso di monete antiche di paesi stranieri anche quella delle loro nazioni. Con le monete siamo infatti in grado di capire l’importanza per i relativi paesi di emissione in alcuni periodi storici, sia dal punto di vista della politica che della storia e persino da quello militare.

 

Nel corso degli anni in tutti i paesi del mondo sono state coniate monete di vario genere ed in molti casi il conio veniva effettuato proprio per celebrare la ricorrenza di un determinato evento.

I collezionisti di monete sanno molto bene che quelle più rare hanno un valore maggiore, sia che si tratti di monete italiane che estere.

Le monete più rare

Tra le monete coniate in Italia e con valore in lire, quella da 500 lire in argento è quella in assoluto più rara. Fu coniata dalla Zecca di Stato nel 1957 e ne furono prodotti soltanto 1004 pezzi. Proprio per questo è considerata la più rara ed è molto ricercata da parte dei collezionisti.

 

Chiamata anche 500 lire Caravelle, in quanto sulla sua facciata sono riportate appunto le tre caravelle con le quali Cristoforo Colombo partì per il viaggio che lo avrebbe portato a scoprire il continente americano. La versione rara è proprio quella nella quale le vele delle caravelle sono orientate contro la direzione del vento.

 

Sempre tra le monete con valore 500 lire, sono molto rare quelle che sono conosciute come le 500 lire Dante Alighieri, che nell’ambito dei numismatici viene anche detta la moneta Dante Prova, in quanto questa dicitura si trova proprio incisa sulla moneta. Gli esemplari coniati sono veramente pochissimi, mentre della versione ufficiale, quella senza la parola "prova" è stata coniata in tanti pezzi per cui il valore singolo è calato repentinamente.

Una moneta da 100 lire Minerva coniata nel 1955 oggi potrebbe avere un valore di alcune migliaia di euro, specialmente se in ottimo stato di conservazione, mentre in caso contrario il valore si riduce drasticamente.

 

Tra le monete da 50 lire, la più rara è quella coniata nel 1958 e denominata Serie Vulcano. Infine tra le vecchie monete da 5 lire, quelle che appartengono alla serie "timone" coniate nel 1956 sono senza dubbio le più rare.