Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 gennaio 2021 - Aggiornato alle 13:19
Live
  • 15:45 | Le zone rosse, arancioni e gialle fino al 30 gennaio
  • 13:19 | Cosa contiene "Persona-Vinyl Deluxe Box" di Marracash
  • 12:52 | Chi è Venerus, astro nascente del cantautorato italiano
  • 12:46 | NBA, senza “bolla” contagi e rinvii: la stagione è a rischio
  • 12:21 | La playlist di TIMMUSIC dedicata a John Belushi dei Blues Brothers
  • 12:01 | Riccardo Guarnaccia: età, vita privata e curiosità del ballerino di Amici
  • 10:26 | Scambio Dzeko-Eriksen: ecco perché l’Inter dice no
  • 10:23 | Cosmoprof: la fiera della cosmesi di Bologna
  • 09:48 | Stampe per cucina: idee creative
  • 09:20 | Differenza tra pianeti e pianeti nani
  • 09:14 | Microsoft Teams: Reflect aiuterà a capire come si sentono gli studenti
  • 08:24 | Ecco l’aggiornamento “Trailer Park” di Arizona Sunshine
  • 07:10 | Fiorentina-Crotone 2-1, la viola rialza la testa
  • 06:18 | Le previsioni meteo di lunedì 25 gennaio 2021
  • 06:00 | I titoli dei giornali di domenica 24 gennaio
  • 00:56 | Roma-Dzeko è rottura: il bosniaco pronto a lasciare
  • 00:49 | Recovery Plan, la Commissione europea chiede le riforme
  • 00:17 | Filippo Volandri nuovo capitano dell’Italia in Coppa Davis
  • 00:02 | Basket, Serie A: impresa di Brescia a Bologna, Virtus battuta 89-90
  • 00:01 | Basket, Serie A: Reggio Emilia torna vincere, Trento stesa 83-74
seat-auto-scarti-riso - Credit: Seat media
auto 24 novembre 2020

Ecco come dagli scarti di riso si costruisce un’auto

di Pierfrancesco Catucci

Seat produce parte della plastica utilizzata dalla lolla di riso

Rendere la mobilità sempre più sostenibile vuol dire anche fare ricerca su materiali e materie prime alternative, che possono essere inserite nella filiera automotive con un vantaggio per l'ambiente.

È il caso della lolla di riso, cioè un sottoprodotto che deriva dalla lavorazione del riso e che solitamente viene smaltito. Costituisce il 20% del raccolto di riso totale, cioè 140 milioni di tonnellate su 700 raccolte annualmente in tutto il mondo.

 

La cooperativa Càmara Arrossera del Montsià (in Catalogna) ha lavorato a un'alternativa, mettendo a punto un procedimento con cui, invece di essere bruciata, la lolla viene trasformata in Oryzite, un materiale che può essere miscelato con altri composti termoplastici e modellato.

 

Seat sta testando alcuni elementi di rivestimento realizzati in Oryzite sulla nuova Leon. In questa fase di test, alcune parti dell'auto, come il rivestimento del portellone posteriore, il doppio pianale di carico del bagagliaio o il cielo vengono costruite con la lolla di riso mescolata insieme a poliuretani e polipropileni. Il risultato è che sono identici a quelli convenzionali, ma pesano molto meno.

 

Le parti, infatti, sono più leggere e permettono agli ingegneri di ridurre il peso complessivo dell'auto, abbattendo consumi ed emissioni, oltre al fatto che con l’utilizzo di un materiale rinnovabile, si promuove l'economia circolare e si crea un prodotto più green.

 

L'analisi di questi elementi di rivestimento serve per capire la percentuale migliore di utilizzo della lolla di riso, per soddisfare al 100% i requisiti tecnici e di qualità. Per esempio, il doppio pianale di carico del vano bagagli deve riuscire a sostenere 100 kg di peso concentrati in un unico punto per essere considerato sufficientemente rigido e robusto.

 

Poi vengono effettuati test termici nella camera climatica, per analizzare la resistenza al caldo, al freddo e all'umidità.

I più visti

Leggi tutto su Tempo Libero