TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 09:00

Il Ponte Vecchio a Firenze- Credit: Pexels

VIAGGI19 gennaio 2022

3 giorni a Firenze? Ecco cosa fare

di Francesca Ceriani

Dagli Uffizi al Duomo: cosa vedere a Firenze in 3 giorni.

Il vostro tour di Firenze non può che partire dal cuore pulsante della città: piazza della Signoria. Qui potrete ammirare una copia del David e la Fontana del Nettuno; visitate poi Palazzo Vecchio, oggi sede del municipio cittadino. Salendo sulla torre del palazzo potrete ammirare una vista stupenda sulla città. Imboccando la famosa via de’ Calzaiuoli raggiungerete la piazza del Duomo, con la cattedrale di Santa Maria del Fiore e il Battistero. Imperdibile la visita sulla cupola del Duomo, progettata dal Brunelleschi. Dedicate il pomeriggio alla visita degli Uffizi, che vi terrà impegnati per almeno 3 ore. Al termine, potrete dirigervi verso l’Arno e ammirare il tramonto da Ponte Vecchio.

 

 

Firenze in 3 giorni: secondo giorno

La mattina del secondo giorno a Firenze dedicatela in parte alla visita della Galleria dell’Accademia, dove si trova il David di Michelangelo. Nelle vicinanze si trovano anche l’Opificio delle Pietre dure e il Museo di San Marco. Nel pomeriggio dedicatevi alla visita di San Lorenzo, dove si svolge il tipico mercato cittadino, dove si possono acquistare preziosi manufatti artigianali e pietanze locali. In questo quartiere potrete visitare il Palazzo Medici Riccardi, le Cappelle Medicee e la Basilica di San Lorenzo. Concludete la giornata con la visita della meravigliosa chiesa di Santa Maria Novella.

 


Firenze in 3 giorni: terzo giorno

Impiegate il terzo giorno a Firenze per la visita dell’Oltrarno. L’attrazione principale di questa zona della città è certamente Palazzo Pitti con il Giardino di Boboli. Il Palazzo ospita ben 5 musei. Terminato il giro dei musei (fatevene una ragione: non potrete vistarli tutti, dovrete scegliere quelli di vostri interesse) e dopo esservi rilassati nello splendido Giardino di Boboli, tornate verso Ponte Vecchio e salite fino al Piazzale Michelangelo, uno dei punti panoramici più suggestivi di Firenze, da cui si gode di una vista che abbraccia tutta la città. Tra una visita e l'altra, obbligatorio provare l'ottima cucina toscana.