TimGate
header.weather.state

Oggi 09 agosto 2022 - Aggiornato alle 00:00

Moai dell'isola di Pasqua- Credit: iStock

VIAGGI17 giugno 2022

3 curiosità che non sai sui "Moai" di Rapa nui

di Francesca Ceriani

I ‘Moai’ sono il simbolo dell’Isola di Pasqua.

I ‘Moai’, statue gigantesche scolpite tra il XIII e il XVI secolo, sono il simbolo dell’Isola di Pasqua. Chiamata anche Rapa Nui (dal nome dell’antica civiltà che qui abitava), in lingua nativa, l’Isola di Pasqua, di origine vulcanica, si trova in Cile, nell’arcipelago polineasiano, ed è circondata dall’Oceano Pacifico.

 

A rendere affascinante questo luogo sono proprio i suoi famosi monoliti, i Moai appunto, composti solo da teste. Queste enormi statue sono formate da un unico blocco e si innalzano dal terreno.

 

 

I misteri

Dietro queste statue si celano parecchi misteri e da anni gli studiosi provano a interpretarle, senza troppo successo. L’ipotesi più accreditata è che i Moai più grandi servivano a portare buoni auspici, mentre le altre più piccole erano soltanto decorative.

 

Le statue hanno solitamente una testa allungata, un naso lungo e appuntito, labbra chiuse, orecchie lunghe e il mento all’infuori. Solitamente, sulla sommità della testa si nota un’ulteriore struttura, probabilmente un copricapo. 

 

 

3 curiosità che non sai sui "Moai" di Rapa nui: le dimensioni

In tutta l’Isola di Pasqua si trovano centinaia di monoliti. Queste gigantesche statue hanno dimensioni notevoli: le più alte arrivano fino a 10 metri (quelle più piccole ‘soltanto’ due) e raggiungono fino alle 80 tonnellate di peso. Esiste anche un Moai incompleto che sarebbe arrivato, una volta finito, a oltre 20 metri di altezza.

 

 

3 curiosità che non sai sui "Moai" di Rapa nui: non solo testa

In realtà, i Moai non hanno solo la testa. I 150 più famosi dell’Isola si trovano sepolti fino alla vita, ma grazie alle scoperte archeologiche avvenute nel corso di decenni si è visto che i Moai hanno un torso.  Seppur stilizzato, le famose ‘teste giganti’ hanno anche un corpo, sepolto a diversi metri di profondità. 

 

 

3 curiosità che non sai sui "Moai" di Rapa nui: le statue rivolte verso il mare

La maggior parte dei Moai sono rivolti verso l’interno dell’isola. Tutte, tranne sette: si tratta delle sette statue dell’Ahu Akivi, un sito archeologico dove i monoliti, tutti uguali, guardano verso il mare.

 

Secondo la tradizione, infatti, questo insolito posizionamento si deve a un sogno fatto da un prete, in cui l’anima del re volava attraverso l’oceano fino ad avvistare l’isola di Pasqua. Il re inviò poi sette esploratori che, raggiunta l’isola, aspettarono l’arrivo del re: le sette statue furono quindi innalzate in loro onore.