TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 11:01

 /    /    /  I borghi più belli Italia
Borghi medievali, i più belli d'italia

Quali sono i borghi più belli d'Italia?- Credit: I STOCK

VIAGGI08 agosto 2020

Borghi medievali, i più belli d'italia

di Daniela Melis

Ecco i borghi più belli d’Italia

Il nostro Paese nasconde bellezze che non immaginiamo, luoghi spesso sottovalutati, come i borghi: perfetti per un weekend speciale in cui scoprire tradizioni, cultura, folklore. Ecco i borghi più belli d’Italia, situati in particolare in Toscana, Emilia Romagna, Veneto e Lombardia.

Toscana: borgo di Collodi e Vinci

La Toscana rappresenta una delle regioni più ricche di storia. In particolare, a Pistoia da non perdere è il borgo di Collodi, situato nel comune di Pescia, famoso per essere il paese di Pinocchio. Collodi è caratterizzato da case che si susseguono lungo una collina e da cui nacque la famosa favola di Pinocchio, amata da tutti i bambini. E proprio al personaggio protagonista è dedicato il parco di Pinocchio, dove diversi artisti hanno realizzato delle sculture che riprendono i personaggi della favola. Da visitare anche la Villa Garzoni, del 1500, caratterizzata da un bellissimo giardino barocco. Vinci, in provincia di Firenze, è il luogo in cui nacque il celebre Leonardo. Proprio a lui sono dedicati luoghi e monumenti: è possibile visitare la casa natale di Leonardo e il museo Leonardiano, situato nel Castello de’ Guidi, che ospita tutte le sue più grandi opere.

Emilia Romagna: parchi termali, gnomi e cascate

In Emilia Romagna si trova Bagno di Romagna, luogo famoso per le sue sorgenti termali naturali. Da visitare anche la Basilica di S. Maria Assunta nella piazza principale, oltre al Parco termale della città. Per chi ama il fantasy, molto suggestivo è il Sentiero degli gnomi, dedicato proprio a queste creature magiche. Anche a Fontanellato, provincia di Prato, troviamo le acque sorgive. Da visitare la Rocca Sanvitale che presenta la particolare fossa d’acqua, luogo molto amato dai turisti. Se ci si trova in zona, impossibile non assaggiare i prodotti tipici, quali il Parmigiano Reggiano e il culatello. Un altro luogo da non perdere è il Comune di Portico e San Benedetto (FC), risalente al medioevo, costruito su tre piani differenti collegati tra loro da passaggi pedonali, secondo un vecchio schema urbanistico. Da visitare anche la cascata dell’Acquacheta, possibile da raggiungere attraverso un percorso nei boschi.

Veneto e Lombardia: alla scoperta dei poeti

Il borgo di Arquà Petrarca, famoso proprio perché qui visse il poeta Francesco Petrarca, infatti è possibile visitare la casa in cui abitò. Le camere restaurate ospitano gli affreschi delle opere più famose del poeta. È inoltre possibile visitare la tomba del poeta realizzata in marmo rosso di Verona. Da visitare anche la Villa Barbarigo con il suo particolare giardino all’italiana. Se si è amanti del vino, a Settembre, si tiene il Moscato Arquà jazz festival. Il borgo di Tignale si trova sul Lago di Garda, dove si coltivano ulivi e frutteti da dove proviene il tipico olio extravergine d’oliva Garda DOP. Da visitare anche il Museo del parco e Il Vittoriale, l’abitazione di Gabriele D’Annunzio. Da giugno ad agosto, è possibile visitare i caratteristici mercatini medievali.

Liguria e Piemonte: Seborga, Barolo e Alagna Valsesia

Uno dei borghi più interessanti si trova ad Imperia e prende il nome di Seborga, famosa per la coltivazione di diversi tipi di fiori, tra cui le mimose e la ginestra seborghina. Seborga tra il 954 e il 1729 divenne principato e ancora oggi si dichiara principato indipendente dello Stato Italiano, ha il suo Re, le sue leggi e la sua moneta, i luigini, anche se non è riconosciuto. Da visitare il centro storico, la piazza S. Martino e il Palazzo dei Monaci, antica sede della Zecca. Il borgo di Barolo, si trova in provincia di Cuneo ed è noto per aver dato il nome al famoso vino rosso prodotto qui dal 1250. Qui è possibile visitare il castello Falletti, dove al suo interno è situata la sede dell’enoteca regionale del Barolo. A settembre si tiene la festa del Barolo e ad Ottobre il raduno nazionale di mongolfiere. Sotto il Monte Rosa si trova il borgo di Alagna Valsesia, che ha subito l’influenza della cultura Walser, popolazione dell’Alto Vallese. In questa zona si praticano sport come l’alpinismo e il trekking. Da visitare anche il Parco naturale Alta Valsesia, dove si trovano un giardino botanico e cascate glaciali, inoltre i turisti possono visitare l’antica segheria, i mulini e gli antichi forni.