TimGate
header.weather.state

Oggi 07 agosto 2022 - Aggiornato alle 01:00

Una nebulosa di stelle- Credit: iStock

VIAGGI31 dicembre 2021

Che cos'è il turismo spaziale

di Francesca Ceriani

Il turismo spaziale è una forma di turismo riservata, al momento, a poche persone.

Avete mai sognato di viaggiare nello spazio? Ora si può: il turismo spaziale è una forma di turismo, al momento una fortuna riservata a poche persone, che consente a privati cittadini di viaggiare nello spazio per scopo ricreativo. Esistono diverse tipologie di turismo spaziale: quello orbitale, quello suborbitale e il turismo lunare. Il primo turista spaziale fu un miliardario americano, Dennis Tito, che nel 2011 rimase per quasi otto giorni a bordo di una stazione spaziale. Tito spese in totale circa 20 milioni di dollari.

 

 

Chi guida il turismo spaziale

Da tempo, le aziende che stanno investendo in questa nuova forma di turismo si sono moltiplicate. Tra i nomi più noti di imprenditori del settore c’è l’ormai ex capo di Amazon, Jeff Bezos, ed Elon Musk, cofondatore e capo di Tesla nonché proprietario di SpaceX. La sua missione, Inspiration4, lo ha incoronato ‘re’ del turismo spaziale e per il Times è l’uomo dell’anno 2021.

 

 

Turismo spaziale: costi e danni all’ambiente

Al momento, il turismo spaziale resta un’occasione per pochi. I pochissimi cittadini privati che hanno potuto permetterselo sono grandi ricchi, dei veri e propri Paperon de’ Paperoni. Per voli di poche ore si paga dai 250 ai 300 mila dollari, in base alla compagnia scelta. Se invece si opta per un viaggio di più giorni, si può arrivare a spendere anche dai 10 ai 50 milioni di dollari. L’esperienza è certamente unica, ma bisogna considerare, oltre al prezzo, anche i danni all’ambiente. I lanci di razzi sono infatti dannosi perché i motori rilasciano gas nocivi e particelle di fuliggine nell’atmosfera superiore, con conseguente riduzione dell’ozono. Tuttavia, le compagnie si stanno adeguando a nuove tecnologie più ‘green’, come motori alimentati a idrogeno liquido.