TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:06

Donna in abito giapponese con ombrello in mano- Credit: iStock

VIAGGI29 aprile 2022

Kyoto: quando andare e cosa vedere

di Francesca Ceriani

Kyoto è un’antica città del Giappone.

Meta imprescindibile per chi organizza un viaggio in Giappone, Kyoto è una città antica, dove si respira l’atmosfera autentica della cultura tradizionale giapponese. Capitale del Giappone e residenza dell’imperatore dal 794 al 1868, Kyoto è conosciuta come ‘la città dei mille templi’.

Per la cultura giapponese è una vera e propria reliquia e ospita numerosi siti dichiarati patrimonio dell’Unesco. Questa splendida città, situata nella parte centro-occidentale dell’isola di Honshū, ha molto da offrire ai suoi visitatori e conserva ancora oggi tutti i segni del suo florido passato.

 

 

I ciliegi

La città è visitabile tutto l’anno, ma la primavera, quando è possibile ammirare la fioritura dei ciliegi, e l’autunno, quando la città si colora di una luca magica, sono i due periodi migliori.

Ogni anno, tra marzo e aprile, i ciliegi si colorano di rosa, rendendo il panorama cittadino unico al mondo: in questi mesi si registra il più alto afflusso di turisti. In autunno, invece, il marrone e il rosso sono i due colori predominanti, creando un gioco di luci e nuances sorprendete.

Non è consigliabile andare in inverno: molte attrazioni, a causa del clima rigido, sono chiuse.

 

 

Cosa vedere a Kyoto

Le attrazioni di Kyoto sono davvero numerose. Innanzitutto i templi: il tempio zen Kinkaku-ji, ricoperto da uno strato di oro; il Kiyomizu-dera (patrimonio Unesco), da cui è possibile ammirare una vista mozzafiato sulla città; Il santuario shintoista di Fushimi Inari; il Ryoan-ji, patrimonio Unesco con uno dei giardini zen più belli al mondo; il Ginkaku-ji e il Sanjusangen-do, celebre per la presenza di oltre mille statue della divinità Kannon. Oltre ai templi, la città ha molto da offrire.

Nella parte ovest si trova la foresta Arashiyama, una spettacolare foresta di bambù. Ci sono poi alcuni quartieri da non perdere: Gion, conosciuto come il distretto delle geishe e il distretto storico di Higashiyama. Visitate il mercato Nishiki, dove potrete gustare i piatti tipici della città, e il Castello di Nijo, risalente al 1603. Infine, il Palazzo Imperiale, residenza della famiglia reale negli anni in cui Kyoto fu la capitale del Giappone.