TimGate
header.weather.state

Oggi 06 ottobre 2022 - Aggiornato alle 06:00

 /    /    /  Lago del Corlo: cosa fare in mezzo alla natura
Lago del Corlo: cosa fare in mezzo alla natura

Una ragazza che cammina nella natura- Credit: Pexels

VIAGGI13 aprile 2022

Lago del Corlo: cosa fare in mezzo alla natura

di Francesca Ceriani

Il Lago del Corlo è un bacino artificiale in provincia di Belluno.

Circondato dalle montagne, il Lago del Corlo si trova ad Arsiè, in provincia di Belluno. Questo bacino artificiale, simile a un piccolo fiordo norvegese, si trova a pochi chilometri dalla pianura veneta, incastonato nella conca tra il Monte Grappa, la Valsugana e le terre feltrine. Il lago fu costruito grazie allo sbarramento del torrente Cismon, nel 1954. Nella parte nord dello specchio d’acqua le sponde sono dolci e si trova una spiaggia erbosa, mentre a sud, dove le sponde sono frastagliate, è possibile ammirare delle insenature molto caratteristiche. Il punto migliore per osservare questo splendido lago è il Ponte della Vittoria. Un soggiorno in questa zona offre diverse possibilità ed è la meta perfetta per chi desidera passare qualche giorno a stretto contatto con la natura.

 

 

Lago del Corlo: cosa fare in mezzo alla natura

Chi ama passeggiare, non può perdersi l’escursione del lungolago: un giro ad anello, con partenza dalla frazione di Rocca, della durata di circa 3 ore, durante le quali attraverserete borghi disabitati e cascate. Ci sono poi diverse camminate che si possono fare sul comprensorio Col Perer, Cima Lan e Cima Campo. Per alcuni sentieri è possibile organizzare escursioni a cavallo. Il Lago del Corlo è poi famoso per gli sport lacustri: prenotate il pedalò per ammirare le sue splendide sponde da un punto di vista privilegiato e, se volete provare il brivido dell’avventura, potete sperimentare il parapendio.

 

 

Altre attività

Altre attività che si possono svolgere in mezzo alla natura sono la pesca sportiva, il nordic walking e la canoa. Molto suggestivo il borgo abbandonato di Fumegai, in passato abitato da famiglie di pastori. Simbolo del Lago è il campanile vecchio: la sua particolarità è di non essere annesso a una chiesa, perché venne distrutta durante la costruzione del bacino d’acqua.