TimGate
header.weather.state

Oggi 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  Madonna di Campiglio, 3 motivi per visitarla d'inverno
Madonna di Campiglio, 3 motivi per visitarla d'inverno

Un gruppo di persone sulla neve con gli sci- Credit: iStock

VIAGGI06 gennaio 2022

Madonna di Campiglio, 3 motivi per visitarla d'inverno

di Francesca Ceriani

Madonna di Campiglio è il paradiso per gli amanti degli sport invernali.

Chiamata anche la Perla delle Dolomiti di Brenta, Madonna di Campiglio si trova in Trentino-Alto Adige, in provincia di Trento. Meta famosissima in tutto il mondo, è il paradiso degli sport invernali. Per chi ama sciare, infatti, è una tappa obbligatoria da visitare almeno una volta nella vita. Situata nel cuore della Val Rendena, circondata dalle Dolomiti di Brenta e i ghiacciai dell’Adamello e della Presanella, Madonna di Campiglio conta soltanto 800 abitanti ed è una delle località turistiche più apprezzate dell’intera regione sia in inverno sia in estate.

 

Madonna di Campiglio: 3 motivi per visitarla in inverno

Il primo motivo per visitare Madonna di Campiglio in inverno è certamente l’offerta di sport invernali. Questa località del Trentino-Alto Adige vanta infatti 60 chilometri di piste per 20 impianti di risalita. Si tratta quindi di uno dei poli sciistici più famosi e amati d’Italia e proprio qui si disputano le gare di slalom speciale della Coppa del Mondo di sci alpino, sulla pista chiamata ‘3 Tre’. Ma se non amate gli sport invernali, Madonna di Campiglio nei mesi freddi è comunque un posto meraviglioso da visitare e offre diverse attrazioni. In centro paese, per esempio, si può trascorrere qualche ora pattinando sul piccolo lago ghiacciato: un modo suggestivo per passare il pomeriggio.

 

 

La storia

Il terzo motivo per visitarla in inverno è ripercorrere la sua storia, visitando i luoghi simbolo del passaggio degli Asburgo. Madonna di Campiglio, infatti, era la meta di villeggiatura prediletta dagli Asburgo, in particolare dall’imperatrice Sissi e del marito Francesco Giuseppe. All’interno del Salone Hofer, che prende il nome dal pittore Gottfried Hofer, autore dei dipinti, è possibile ammirare le decorazioni sfarzose tipiche dell’epoca. Tra i dipinti, di particolare bellezza la tela con la Madonna che appare ad alcuni pastorelli e i ritratti di Sissi e del marito.