TimGate
header.weather.state

Oggi 07 agosto 2022 - Aggiornato alle 01:00

La città di Matera fotografata all'alba- Credit: iStock

VIAGGI15 aprile 2021

Matera, una città ricca di storia

di Francesca Ceriani

Matera è una città antichissima: i suoi sassi sono Patrimonio mondiale dell’Unesco.

Una delle più antiche città del mondo

È una città antichissima, una delle più antiche del mondo: Matera è ricca di storia e cultura. Il suo territorio testimonia insediamenti sin dal Paleolitico e nei dintorni sono state individuate zone preistoriche con interessanti ritrovamenti archeologici.

 

I suoi caratteristici sassi sono Patrimonio mondiale dell’Unesco e la città, capoluogo di provincia della Basilicata, nel 2019 è stata capitale europea della Cultura. Ancora oggi Matera è la città più antica d’Italia e la terza più antica al mondo.

La storia di Matera

La città è sorta in un’area rupestre e si è sviluppata in un rapporto quasi di simbiosi con la roccia stessa. In diverse grotte sono stati ritrovati oggetti risalenti all’epoca paleolitica, che testimoniano la presenza di insediamenti umani, che divennero più stabili nel Neolitico.

 

Nel VI secolo a.C., Matera rappresentava parte del territorio dell’entroterra di alcune grandi città della Magna Grecia, come Taranto, Metaponto e Crotone. Il primo luogo della città costruita, chiamato “Civita”, si trova al centro dei rioni Sassi e, sulla sua sommità, si trova la splendida Cattedrale del XIII secolo.

 

In periodo romano la città venne circondata con le mura, mentre nel Medioevo si ampliò grazie all’insediamento di case rurali. Matera fu distrutta più volte: dall’imperatore Ludovico II nell’876 e dai Saraceni, che la distrussero completamente nel 994.

 

Agli inizi del secolo XI fu rifondata dai Bizantini. Fino al 1663 Matera ha fatto parte della Puglia, per poi diventare parte della Basilicata. I suoi sassi, per anni simbolo di incuria e abbandono, sono stati recuperati a partire dagli Anni ’80, ricevendo il riconoscimento dell’Unesco nel 1993.