TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 22:00

Un parco nazionale in Costa Rica- Credit: iStock

VIAGGI01 agosto 2022

Parchi nazionali della Costa Rica: i 5 più belli da visitare

di Maura Corrado

Dai bagni termali all’avvistamento di delfini e balene, ecco le aree naturalistiche da non perdere. 

Se ami i viaggi e le vacanze all’insegna dell’ecosostenibilità, il Costa Rica fa per te. Con oltre il 25% del territorio diviso tra parchi e riserve naturali, che preservano gli ecosistemi incontaminati e una ricchissima biodiversità, c’è solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i siti protetti da esplorare. Ecco i parchi nazionali più belli di questo Stato dell’America Centrale.

 

>>> Prima di partire non dimenticare di attivare la tua offerta TIM utilizzabile all’estero per rimanere sempre connesso senza pensieri

 

Parque Nacional Volcán Arenal

Per buona parte della storia recente, il Volcán Arenal è stato solo uno dei tanti vulcani inattivi del Paese, circondato da fertili terreni agricoli. Negli ultimi decenni, invece, lo stesso vulcano si è trasformato in uno straordinario spettacolo della natura, continuando a produrre quasi quotidianamente spettacolari colonne di cenere, forti esplosioni, infuocate e minacciose colate laviche. Lo spettacolo delle incandescenti colate laviche è terminato, ma l’Arenal merita comunque un’escursione, grazie alle fitte foreste che ammantano le pendici inferiori e le vicine colline. Il Parque Nacional Volcán Arenal rientra nell’Area de Conservación Arenal, che tutela buona parte della Cordillera de Tilarán.

 

Troverai un territorio variegato e selvaggio, con un alto grado di biodiversità e attraversato da una fitta rete di sentieri. Da suggerire, in particolare, è un’escursione nella foresta sulle pendici del Volcán Arenal e un bagno nelle sorgenti termali più suggestive del Paese. Successivamente, potrai attraversare in barca la Laguna de Arenal: questo itinerario, con i panorami che è in grado di offrire, è uno dei più interessanti (e romantici) del Costa Rica. 

 

 

Parco Nazionale Tortuguero

Situato lungo la costa caraibica, 80 chilometri a nord di Limón, il Tortuguero National Park è uno dei più visitati del Paese. Verso nord confina con un’altra riserva naturale, il Barra del Colorado Wildlife Refuge. Il Parco offre una grande varietà di habitat, boschi, foreste tropicali, colline formate da antichi coni vulcanici, come Tortuguero Hill e Lomas de Sierpe. E ancora laghi, paludi e canali naturali abitati da lontre, lamantini e coccodrilli.

 

Come suggerisce il nome, il Parco Nazionale Tortuguero del Costa Rica è stato creato nel 1975 con l’obiettivo di proteggere l’area di annidamento della tartaruga verde, una delle specie più importanti dei Caraibi occidentali. Canali, lagune e fiumi, di grande bellezza scenica, possono essere attraversati in barca, canoa e kayak, per poter osservare e fotografare il meraviglioso paesaggio. Nel Parco sono di casa 400 specie di alberi e circa 2200 specie di altre piante, così come più di 400 specie di uccelli, 60 di anfibi, 30 specie di pesci di acqua dolce e diversi mammiferi a rischio di estinzione: scimmie, tapiri, gattopardi, giaguari, ecc.

 

 

Parco Nazionale Rincón de La Vieja

Il Parco Nazionale Rincón de La Vieja è tra i più votati dagli utenti di TripAdvisor. Questa area protetta comprende il massiccio dove è situato il vulcano Rincón de la Vieja. Il nome del Parco  significa “angolo della vecchia”. Secondo una leggenda locale, infatti, sarebbe una vecchia strega ad emettere il fumo verso il cielo quando è infastidita. Ha due settori: Las Pailas e Santa María. È inoltre composta da nove coni e una laguna. La sua cima più alta, il Santa Maria (1916 metri di altezza), è uno dei cinque vulcani della cordigliera di Guanacaste ed è tra i più accessibili del Paese, anche se immerso nella natura selvaggia. I sentieri sono semplici da percorrere ed è anche previsto un momento relax, con l’immersione nelle vasche di acqua calda termale e i trattamenti a base di fanghi naturali.

 

È possibile prenotare tour di vario genere in base alle attività disponibili (equitazione, tubing, ecc.) e alle attrazioni da visitare (cascate, sorgenti termali, ecc.). In questo Parco, chiamato anche “piccolo Yellowstone”, si possono ammirare esemplari della rara Cattleya skinneri, un’orchidea simbolo della Costa Rica, tre specie di scimmie, puma, armadilli, tapiri e 300 specie di uccelli. Da non perdere, nelle vicinanze, il Parco nazionale Tenorio e la Riserva di Monteverde.

 

 

Parco Nazionale Cahuita

Il Parco Nazionale Cahuita della Costa Rica ospita la barriera corallina meglio conservata del Paese. È una meta perfetta per godersi il paesaggio, la cultura e la gastronomia della zona. Lo scenario è da cartolina: spiagge di sabbia bianca e mare color turchese sono solo alcune delle attrazioni di questo Parco situato nella provincia di Limón. L’ecosistema, anche se incastonato nei Caraibi, presenta però un ambiente boschivo. Tra le specie animali che è possibile osservare ci sono procioni, bradipi, iguane ed i basilischi verdi. Non mancano i serpenti come l’oropel e la tamagá oppure uccelli come i gabbiani.

 

All’interno del Parco Cahiuta è possibile praticare diverse attività sportive (come lo snorkeling), camminare per i sentieri oppure, più semplicemente, godersi la spiaggia nuotando e prendendo il sole. Un’altra caratteristica che ne fa una destinazione molto apprezzata è che il Parco gode del sostegno di guide e di tour operator della comunità locale, adeguatamente formati, sempre presenti sul posto per orientare ed offrire servizi ai visitatori.

 

 

Parque Nacional Marino Ballena

Il Parco Nazionale Marino Ballera si trova ad Uvita, nel sud-ovest della Costa Rica, lungo la costa del Pacifico. Uvita è una piccola e graziosa località ancora poco battuta dal turismo di massa. È il luogo ideale per rilassarsi e assistere ad un fenomeno davvero caratteristico: la comparsa di una gigantesca coda di balena formata da rocce affioranti e sabbia, quando c’è la bassa marea. La cosa ancora più straordinaria è che il Parco Nazionale Marino Ballena rappresenta un’area sicura per la migrazione delle megattere. Potrai partecipare a delle escursioni, partendo in barca la mattina presto, e ammirare le balene da vicino.

 

Inoltre si possono avvistare diverse specie di delfini, presenti in zona tutto l’anno. Nelle acque del Parco vedrai il Delfino macchiato, il Delfino naso di bottiglia, il pesce martello e la maccarella, giusto per elencarne alcuni. L’accesso al parco costa meno di dieci dollari a persona e consente l’accesso alla grande spiaggia, ai sentieri naturalistici e al Tómbolo, così come è chiamata la coda di balena.