TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 13:02

 /    /    /  Skeleton Coast: viaggio nella Namibia più suggestiva
Skeleton Coast: viaggio nella Namibia più suggestiva

Dune di sabbia in Namibia- Credit: iStock

VIAGGI04 settembre 2022

Skeleton Coast: viaggio nella Namibia più suggestiva

di Francesca Ceriani

Un'Africa tutta da scoprire, lontani dalla pazza folla.

Chi vuole vivere l’Africa che ha saputo restare tale senza cadere in una occidentalizzazione voluta dai dettami del turismo mordi e fuggi, deve scegliere la Namibia come meta e la Skeleton Coast come destinazione.


 

Alla scoperta della Skeleton Coast

Certamente è una tra le più scenografiche ed intriganti coste dell’Africa e, forse, anche della Terra. In un’area di circa 17mila chilometri quadrati si estende la Skeleton Coast che interessa la parte nord-occidentale del Paese dal confine con l’Angola e Swakopmund. Questo litorale bagnato dall’Atlantico è ancora allo stato selvaggio ma è molto ricercato per via dei tantissimi relitti di imbarcazioni arenatesi nel corso del tempo sulle sue spiagge alternandosi con scheletri di balene. Il tutto orlato di sabbiose dune in perenne movimento a causa del vento.

 

 

Panorama drammatico

Ovviamente la drammatica spettacolarità del suo panorama fa della Skeleton Coast un punto focale per moltissimi fotografi professionisti che trovano l’ideale ambientazione per sfondi molto particolari. La località di riferimento è la turistica Swakopmund in quanto ospita una buona offerta turistica atta a soddisfare le richieste dei vacanzieri namibiani e stranieri.


 

Cosa vedere

Ci sono luoghi che devono essere visitati alla Skeleton Coast e uno di questi è la cittadina di Henties Bay a circa una settantina di chilometri da Swakopmund, meta preferita da tutti gli appassionati di pesca. Infatti è proprio la pesca il denominatore economico degli abitanti di Henties che si dedicano a cacciare squali e a pescare con l’amo.

 

 

Cape Cross

Un altro irrinunciabile appuntamento turistico deve prevedere la visita di Cape Cross a oltre una cinquantina di chilometri da Henties Bay, in quanto esiste una delle più nutrite colonie di foche stimata dalle 150 alla 210 mila unità. Se lo spettacolo merita decisamente, è bene ricordarsi che l’odore emanato da migliaia di otarie è veramente insopportabile ed è bene provvedere spalmandosi della crema solare proprio a ridosso delle narici.

 

 

Esplorazione

Cape Cross è anche famoso perché fu il luogo dove approdò il primo esploratore europeo alla fine del Cinquecento, il lusitano Diego Cao che qui innalzò una croce. Ovviamente non si può mancare di esplorare il Parco Nazionale di Skeleton Coast che si dipana tra i fiumi Kunene e Ugab, interessando un’area di 16.400 km², severamente protetti dal turismo mordi e fuggi per tutelarne il suo aspetto selvaggio.

 

 

Dune di sabbia

Come accennato, le spettacolari dune di sabbia fanno da sfondo all’intera costa ma la più famosa è quella di Barchan a forma di mezzaluna che si muove ogni anno di due tre metri spostata dal vento che soffia da sud-ovest. Anche se l’ambiente risulta essere quasi inospitale, è tuttavia sede di una variegata fauna che include la iena marrone, lo sciacallo, la zebra di montagna e altre specie ancora.


 

Per visitare la Skeleton Coast

Ci sono diversi lodge che organizzano in proprio delle escursioni che vengono effettuate con delle auto 4x4 guidate da personale esperto, sia per vivere l’emozione di vivere un vero off road sulle dune che per vedere particolari specie come il rinoceronte o l’elefante del deserto che qui, senza alcuna recinzione, vivono in totale libertà. C’è anche la possibilità di fare una escursione aerea con voli panoramici che sorvolano a bassa quota la Skeleton Coast e che sono a disposizione di chiunque voglia vivere una vera avventura.