TimGate
header.weather.state

Oggi 04 agosto 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  Turismo sostenibile, che cos'è e tre motivi per sceglierlo
Turismo sostenibile, che cos'è e tre motivi per sceglierlo

Ciclisti visitano un'area della Cappadocia in Turchia - Credit: iStock

VIAGGI03 marzo 2021

Turismo sostenibile, che cos'è e tre motivi per sceglierlo

di Francesca Ceriani

Il turismo sostenibile agisce in armonia con l’ambiente, la comunità e le culture locali.

Tutti parlano di turismo sostenibile, ma di cosa si tratta? L’Organizzazione mondiale del turismo ha dato una definizione precisa: “È un turismo capace di soddisfare le esigenze dei turisti di oggi e delle regioni ospitanti prevedendo e accrescendo le opportunità per il futuro”.

 

In poche parole, è un turismo che agisce in armonia con l’ambiente, la comunità e le culture locali. Si tratta di un insieme di pratiche e scelte che non danneggiano l’ambiente. Inoltre favorisce lo sviluppo economico durevole, non danneggiando i processi sociali locali, e contribuisce al miglioramento della qualità della vita dei residenti.

 

Applicando i principi del turismo sostenibile è possibile mantenere un equilibrio tra la bellezza della condivisione delle ricchezze locali e la necessità di preservarle per le generazioni future. Economia, ambiente ed etica sono i principi fondamentali su cui si basa il turismo sostenibile.

Perché scegliere il turismo sostenibile

Il settore turistico è una delle principali fonti di inquinamento su scala mondiale. Gli effetti del turismo in alcuni luoghi del pianeta sono stati devastanti.

 

Basti pensare a città come Venezia, Roma, Barcellona, Amsterdam o Parigi: da anni sperimentano i danni causati dal turismo di massa, che rende frustrante sia la vita dei residenti sia le esperienze degli stessi visitatori.

 

Ecco allora tre motivi per scegliere un turismo attento all’ambiente e alla popolazione locale.

Strutture ecosostenibili

Nel turismo sostenibile la struttura ospitante risulta un aspetto rilevante. Per essere un turista responsabile dovrai optare per alberghi o case costruite in edilizia sostenibile e nell’ottica del risparmio energetico.

 

Le case e strutture esistenti sono responsabili del 24% delle emissioni mondiali di anidride carbonica. Gli edifici ad alto livello di efficienza energetica invece preservano l’ecosistema terrestre.

Cibo sano e controllato

I turisti che sperimentano un viaggio ‘green’, evitano i ristoranti affollati. Si prediligono, quindi, trattorie a conduzione familiare, cascine, agriturismi, aziende agricole, dove i prodotti che vengono portati in tavola sono a chilometro zero. Questo ti consentirà di consumare prodotti naturali, genuini e controllati.

Riduzione dei consumi

I viaggiatori che scelgono di viaggiare rispettando l’ambiente, cercano anche di ridurre al minimo i consumi energetici. Meglio quindi spostarsi in bici o a piedi o al massimo con i trasporti pubblici.

 

Questo consentirà di ridurre l’inquinamento atmosferico. In totale, un viaggio sostenibile può salvare fino a 8085 g di anidride carbonica e 302 litri d’acqua per persona al giorno.