TimGate
header.weather.state

Oggi 15 agosto 2022 - Aggiornato alle 06:00

 /    /    /  viaggio in India dove andare e cosa vedere
Viaggio in India: dove andare e cosa vedere

Cosa vedere e dove andare quando si organizza un viaggio India- Credit: I STOCK

VIAGGI27 gennaio 2021

Viaggio in India: dove andare e cosa vedere

di Francesca Ceriani

;

L’India vanta un ricco patrimonio naturale, artistico e culturale, composto da templi e monumenti imperdibili.

 

Organizzare un viaggio in India, soprattutto se si fa da soli senza affidarsi a un’agenzia, non è un’impresa semplice. Questo Paese, infatti, ha un enorme patrimonio naturale, artistico e culturale: scegliere dove andare e cosa vedere può essere complicato.

Senza contare poi i numerosi contrasti, religiosi ed economici, che la caratterizzano. Si passa dalla modernità di Mumbai alla selvaggia India orientale, fino alla capitale, Delhi, in cui convivono la parte vecchia e quella nuova.

Dove andare in India: le città principali

Delhi, la capitale, è una delle destinazioni principali. La città si divide tra la parte vecchia e quella nuova. Interessante visitare il Red Fort, una dimora imperiale del ‘600, ma anche la zona di Chandni Chowk, dove c’è il famoso mercato di Old Delhi. Da scoprire a Delhi anche il Tempio Gurudwara Bhangla Sahib, dove si pratica il culto della fede Sikh. Suggestivi infine il tempio di Akshardham e quello del loto. Jaipur, chiamata anche la città rosa, è una delle città più pittoresche dell’India.

Da non perdere il palazzo sospeso nell’acqua del Jal Mahal, il Forte Amber e il tempio delle scimmie di Galta. Una delle città più sacre dell’India è Vanarasi, che si sviluppa sulle rive del fiume Gange. Qui potrete ammirare l’antico tempio indù di Kashi Vishwanath. Ci sono poi la megalopoli Mumbai, dove si trovano gli studi cinematografici di Bollywood, e Calcutta, la capitale culturale con monumenti e luoghi affascinanti da visitare, tra cui il Tempio Ramakrishna.

Cosa vedere in India

Ci sono alcune destinazioni imperdibili. Il Taj Mahal è la prima di queste. Il celebre mausoleo, fatto costruire ad Agra dall’imperatore Shah Jajan, in memoria della moglie, è patrimonio mondiale dell’Unesco e una delle sette meraviglie del mondo moderno.

C’è poi il Tempio d’oro: Harmandir Sahib è il tempio più importante dello stato di Sikh e secondo solo al Taj Mahal. Visitarlo di sera, quando le luci che lo illuminano e riflettono la sua immagine sull’acqua, è un’esperienza unica. Ci sono poi le grotte di Ajanta, risalenti al 300 a.C. I dipinti e le sculture qui conservate sono perfettamente intatte. Per accedere a queste grotte, scavate nella collina, dovrete passare dalla cittadina di Aurangabad.

Il Rajasthan

Volete immergervi completamente nell’atmosfera e nella cultura indiana? Allora non potete perdervi un tour in Rajasthan, la regione nord-occidentale del Paese. Qui, oltre a visitare la già citata Jaipur, potrete recarvi nella città dorata, Jaisalmer, e Johdpur, la città blu. Ma la vera perla è la romanticissima Udaipur, soprannominata la ‘Venezia dell’India’. Si sviluppa infatti attorno a diversi laghi; e su uno di questi sorge il City Palace, la più grande reggia indiana.

Mare e natura selvaggia

Se siete alla ricerca delle spiagge migliori, dirigetevi verso il sud del Paese. Goa, per esempio, offre sole e spiagge meravigliose dove rilassarsi; oppure provate la sabbia nera di Kovalam e Verkala, in Kerala. Se invece siete amanti della natura selvaggia, l’India è il posto giusto per voi. Visitate i parchi nazionali del Madhya Pradesh o del Rajasthan; in tutta l’India, comunque, ci sono riserve naturali dove potrete seguire le orme di leoni ed elefanti selvaggi. Emozionanti le escursioni nel deserto, in sella a un cammello, che partono da Jaisalmer o da Bikaner, in Rajasthan.