Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 16 giugno 2021 - Aggiornato alle 21:00
Live
  • 18:09 | Calcio e innovazione: il futuro (prossimo) è in streaming
  • 07:48 | Basket, anche Datome non sarà in Nazionale per il preolimpico
  • 23:00 | TIM FLEXY: Internet veloce per le seconde case, solo quando serve
  • 22:00 | TIM e Lega Serie A hanno rinnovato l’accordo di sponsorizzazione fino al 2024
  • 20:30 | Ascot 2021 inizia senza la Regina Elisabetta
  • 19:50 | MotoGP 2021, Alex Rins rientrerà nel GP di Germania
  • 19:30 | Meghan Markle verrà a Londra con Harry
  • 19:28 | Il film di Cesare Cremonini dedicato a Lucio Dalla
  • 18:26 | Il bacio appassionato tra J-Lo e Ben Affleck
  • 18:12 | L’Arco di Trionfo di Parigi impacchettato da Christo
  • 17:57 | Settimana lavorativa corta: ecco perché fa bene anche all'ambiente
  • 17:30 | Covid, i dati del 16 giugno in Italia
  • 17:20 | La stretta di mano tra Biden e Putin al summit a Ginevra
  • 17:20 | Angelina Jolie e il ritorno di fiamma con l’ex marito
  • 17:18 | Variante Delta: cosa si sta facendo per combatterla
  • 17:12 | L'accordo fra TIM e DAZN porta su TIMVISION le partite di Serie A
  • 17:00 | Scuola, Bianchi: supplenze e assunzioni entro la fine di agosto
  • 16:30 | Cucina lineare: cos'è e come progettarla
  • 15:30 | “Parallel Worlds” è il primo disco di Fabrice Pascal Quagliotti, l’intervista
  • 14:19 | 3 curiosità che non sapevi su Courtney Cox
VIDEO Australia blocca accordi Belt and Road, Cina furiosa
TOP VIDEO

Australia blocca accordi Belt and Road, Cina furiosa

Milano, 22 apr.
(askanews) - La Cina ha minacciato l'Australia di grave conseguenze, dopo che Canberra ha deciso di revocare due accordi firmati tra lo stato di Victoria e Pechino nell'ambito dell'Iniziativa Belt and Road. Wang Wenbin, portavoce del ministero degli affari esteri cinese ha espresso una 'risoluta opposizione' nei confronti della mossa di Canberra, che è stata definita 'irragionevole'. 'La Cina esprime il proprio disappunto e una ferma opposizione al veto del governo federale di Canberra e ha già intrapreso azioni severe nei confronti dell'Australia', ha dichiarato. Il ministro degli Esteri australiano Marise Payne, sulla base di una legge approvata lo scorso anno a livello federale, ha cancellato gli accordi firmati nel 2018 e nel 2019 tra il governo dello stato di Victoria e la Comissione nazionale cinese di sviluppo e riforma, oltre che una serie di accordi con Siria e Iran, sulla base del fatto che tali accordi sono in contrasto con la politica estera australiana. 'Agiremo sempre nell'interesse nazionale per proteggere l'Australia, ma anche per assicurare un avanzamento dei nostri interessi per un contesto Indo-Pacifico libero e aperto', ha dichiarato il premier australiano, Scott Morrison. Le relazioni tra Cina e Australia sono da tempo a un punto piuttosto basso. Una serie di atti ostili tra i due paesi si sono susseguiti e, tra questi, la decisiione australiana di mettere fuori Huawei dalla rete 5G, primo paese ad averlo fatto. Inoltre Canberra ha chiesto un'inchiesta accurata e indipendente sull'origine in Cina del Covid-19. Pechino, dal canto suo, ha reagito con una serie di sanzioni nei confronti delle esportazioni australiane. Ciononostante, l'Australia resta uno dei principali partner commerciali della Cina, con il commercio bilaterale che si avvicinava ai 200 miliardi di dollari nel 2019.
I più visti

Leggi tutto su Video