Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 22 gennaio 2021 - Aggiornato alle 19:40
Live
  • 20:22 | Giga illimitati in regalo ogni mese con TIM UNICA
  • 19:40 | Facebook sta collaborando con l’FBI per l’attacco al Congresso Usa
  • 19:20 | Torna TIM Party con la seconda edizione del web talent
  • 19:08 | Conte: 'Sette squadre in lotta per lo scudetto'
  • 19:04 | Fonseca: 'Esonero? Ho l'appoggio della società e della squadra'
  • 19:00 | Napoli, Osimhen negativo, può tornare ad allenarsi
  • 18:45 | Chi è Amanda Gorman, la poetessa di Biden
  • 18:18 | La playlist con le nuove uscite della settimana su TIMMUSIC
  • 17:59 | Weekend di qualificazioni per la eNazionale TIMVISION Pes
  • 17:46 | Cristiano Ronaldo da record, ma non per la Federazione ceca
  • 17:45 | I principi William ed Harry si sono riavvicinati
  • 17:41 | Come comparire nei “per te” di Tik Tok
  • 17:30 | Covid, in Italia ancora 472 morti
  • 17:09 | Sofia Goggia regina della discesa a Crans Montana
  • 17:06 | Gomez, ora c’è anche la pista che porta al Siviglia
  • 16:46 | I brani inediti dei ragazzi di Amici 2021 sono su TIMMUSIC
  • 16:30 | Sergio Múñiz è diventato papà
  • 16:06 | Operazione Risorgimento Digitale TIM, due nuovi itinerari formativi
  • 16:04 | Giorgio Locatelli: età, vita, moglie e figli dello chef
  • 15:58 | Google pagherà gli editori francesi per le notizie
VIDEO Come si elegge il presidente degli Stati Uniti
TOP VIDEO

Come si elegge il presidente degli Stati Uniti

Milano, 2 nov.
(askanews) - Il 3 novembre milioni di elettori americani sceglieranno il nuovo presidente degli Stati Uniti. Ma è proprio così? Non esattamente. A scegliere il 46esimo presidente, e il vicepresidente, saranno infatti ufficialmente i Grandi elettori. Sono in tutto 538, per vincere le elezioni bisogna conquistarne almeno 270, la metà più 1. Come? Ognuno dei 50 Stati federali esprime un numero diverso di grandi elettori a seconda della popolosità e di alcune eredità storiche: la California ne ha 55, il Wyoming solo 3, alcuni stati del Sud pesano più della loro popolazione, compenso dopo la sconfitta nella guerra civile. Ogni candidato alla presidenza ha una sua lista di grandi elettori, persone vicine al partito, selezionate dai comitati elettorali. La gente col suo voto decide chi fra democratici e repubblicani si accaparra tutti i delegati dello Stato, in blocco. Basta anche un solo voto in più (tranne nel caso particolare di Maine e Nebraska). Una modalità che può portare a dei paradossi: il candidato che prende più voti in assoluto può perdere perché ha ottenuto meno delegati. Come successe ad Hillary Clinton nel 2016: prese 3 milioni di voti in più, ma perse perché Trump riuscì a strappare ai democratici per pochissimo Pennsylvania, Michigan e Wisconsin con il loro 'peso' in termini di grandi elettori. I delegati una volta eletti si riuniranno in quello che viene chiamato 'il collegio elettorale' il 14 dicembre per eleggere ufficialmente il presidente. Non hanno il vincolo giuridico di scegliere il candidato del partito che li ha scelti ma un vincolo solo politico. In 58 elezioni della storia Usa, 205 delegati non hanno votato come avrebbero dovuto, in alcuni casi perché era morto il candidato, in altri dando la preferenza non alla parte opposta ma ad altre personalità, scegliendo un vicepresidente e un presidente diverso. Ma in genere il risultato è scontato.
I più visti

Leggi tutto su Video