Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 novembre 2020 - Aggiornato alle 22:00
Live
  • 21:52 | Marco Belinelli lascia l'Nba e torna in Italia alla Virtus Bologna
  • 21:45 | Google Meet: disponibili i report e il contatore dei partecipanti
  • 21:27 | Diane Keaton promuove il nuovo “Padrino III”
  • 21:15 | Insigne: 'Diego ci ha dato tanto. La 10 deve essere sua'
  • 21:13 | Napoli-Rijeka, azzurri in campo con la maglia numero 10
  • 21:08 | Europa League, Lilla-Milan 1-1, a Castillejo risponde Bamba
  • 21:02 | Insigne depone corona di fiori all'esterno del San Paolo
  • 20:59 | Incidenti a Buenos Aires, feretro spostato dalla Casa Rosada
  • 20:02 | Salesforce starebbe trattando l'acquisizione di Slack
  • 19:31 | TikTok e l’adesione all’alleanza europea per la tutela dei minorenni
  • 19:30 | Donald Trump e Melania mano nella mano
  • 19:05 | Londra, l’allentamento della quarantena per chi arriva dall’estero
  • 18:31 | Il Papa gli dedica una storia sull'account Instagram
  • 18:14 | Netflix vuole comprare “Godzilla vs. Kong”: muro della Warner
  • 18:02 | Tapiro a Conte: 'Se non mangerò il panettone non l'avrò meritato'
  • 17:45 | Chi è Roddy Ricch, fenomeno del rap mondiale
  • 17:45 | Kate Middleton come Elizabeth Bowes
  • 17:30 | Covid-19, aumentano i decessi in Italia: 822 in 24 ore
  • 17:16 | Bruce Springsteen ha qualcosa da dire allo sconfitto Trump
  • 17:13 | Kate Hudson è una mamma severa
VIDEO Il ministro Boccia: non politicizzare i 21 parametri, tutelano salute
Covid-19

Il ministro Boccia: non politicizzare i 21 parametri, tutelano salute

"La rete sanitaria sta reggendo, sia sulle terapie intesive che sui posti di area medica"

Roma, 18 nov.

(askanews) - ‘La rete sanitaria sta reggendo, sia sulle terapie intesive che sui posti di area medica’. ‘Non sono nella situazione di allarme rosso di marzo-aprile-maggio’ scorso ha detto il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia in Commissione parlamentare, parlando dei rapporti tra Stato e Regioni dopo le recenti evoluzioni dell’emergenza Covid-19.

Trentacinquemila ricoverati

Nella prima ondata ha ricordato Boccia, concentrata in poche Regioni, il picco più alto è stato con circa 67mila ricoverati Covid in area medica e si è curato in ospedale quasi il 45% dei contagiati; oggi, in questa fase che può considerarsi picco, ha detto il ministro, ‘siamo intorno ai 35mila ricoverati spalmati in tutto il territorio nazionale’. ‘Mentre oggi il 94% dei contagiati di fatto si cura a casa e il 4-5% in ospedale, nella prima ondata il 45% dei contagiati si curava in ospedale; tra il 12-13-14% nei mesi più acuti finiva in terapia intensiva, in questa lo 0,7-0,8%’.

Niente lockdown

Per Boccia un nuovo lockdown non è riproponibile perché in primavera mancavano mascherine, ventilatori, non si era pronti, ora è diverso. Continua però il braccio di ferro con le Regioni che hanno chiesto di rivedere i famosi 21 parametri per l’assegnazione del colore delle aree di rischio, con rispettive misure restrittive differenziate, riducendoli a 5. I parametri non sono arrivati all’improvviso ha replicato Boccia, si usano da maggio, sono stati condivisi anche da rappresentanti delle Regioni e sono a tutela della salute di tutti.

Non politicizziamo i parametri

‘Se dovesse venir fuori dalla Cabina di regia, dove ci sono i tecnici, una valutazione scientifica sui parametri, che può consentire a un parametro di essere ponderato meglio o in maniera diversa rispetto ad altri, ovviamente la Cabina di regia deve e può dare un contributo di questo tipo. L’unica cosa che non possiamo fare è politicizzare i parametri o renderne discrezionali alcuni rispetto a altri senza il conforto della comunità scientifica e dei tecnici. Il confronto è giusto e oggettivo, io penso’. Ma, ha concluso Boccia, sarà fatto con lo spirito di garantire sempre l’oggettività dei numeri che vengono fuori e che devono tenere conto dello scenario, che è completamente cambiato rispetto a marzo-aprile’.

I più visti

Leggi tutto su Video