• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 14:00
News
  • 12:27 | Ritrovata una sinuosa scultura di Henry Moore
  • 11:53 | Mattarella non intende rimanere al Colle
  • 11:50 | Zapata vicino al Newcastle, l'Atalanta pensa a Belotti
  • 11:15 | Uno studio afferma che la cannabis preverrebbe il Covid
  • 10:56 | The Lancet: perché la Lombardia fu travolta dal virus
  • 10:41 | Australian Open, Berrettini vince la maratona contro Alcaraz
  • 10:37 | I grandi elettori positivi voteranno in un parcheggio
  • 10:20 | Il programma della 23esima di campionato
  • 10:02 | Marea nera in Peru, Castillo firma decreto su disastro ambientale
  • 09:51 | L’offerta della Juventus per Vlahovic
  • 09:35 | Definiti i quarti di Coppa Italia
  • 09:26 | La curva cresce, ma meno velocemente
  • 08:47 | Formula 1, l’Alfa Romeo cambia nome e logo
  • 07:00 | Le trattative per il Quirinale e le altre notizie in prima pagina
  • 06:40 | Fantacalcio Serie A TIM, i consigli per la ventitreesima giornata
  • 23:46 | Il vaccino Sputnik è efficace al 70% contro Omicron
  • 23:33 | Covid, il Regno Unito "sta facendo l'ennesimo errore"
  • 23:21 | Usa, il primo anno di presidenza di Biden
  • 21:55 | 8 artiste per la statua di Margherita Hack
  • 21:35 | Al via la mostra dedicata ai resti di Pompei
VIDEO Covid, Morrone: studiare variante sudafricana ma niente allarme
TOP VIDEO

Covid, Morrone: studiare variante sudafricana ma niente allarme

Roma, 26 nov.
(askanews) - La nuova variante sudafricana va studiata e seguita, ma niente allarmismi. Come spiega ad askanews il prof. Aldo Morrone, Direttore scientifico dell'Istituto San Gallicano ed esperto di malattie tropicali: 'C'è una nuova variante che ha più di 32 mutazioni, soprattutto sulla proteina Spike, ed effettivamente si corre il rischio che non risponda ai vaccini o che gli anticorpi già in atto nelle persone vaccinate e guarite non siano sufficienti a contrastarla. Va studiata e presa in esame. La variante si è diffusa molto rapidamente in Sudafrica in una settimana', anche perché il tasso di percentuale dei vaccinati nel Paese è basso (ma è uno dei più alti del continente). E' un paradosso perché meno investiamo in Africa in vaccini e più corriamo rischi. In Sudafrica oltre il 24% della popolazione è vaccinato con due dosi, ed è uno dei Paesi maggiormente immunizzato, per cui ha un sistema di allarme estremamente valido'. Bene dunque la decisione del ministero della Salute di bloccare i voli da quei Paesi per evitare il propagarsi della variante, ma Morrone rassicura: 'Da moltissimi anni, il nostro servizio sanitario nazionale, il ministero, le Regioni, hanno portato avanti un sistema di sentinella epidemiologica tra le migliori'. In tal senso, ribadisce, se dovesse arrivare nel nostro Paese 'saremo in grado di intercettare subito la variante, sequenziarla e isolarla'. A preoccupare Morrone non è tanto la variante sudafricana, ma le varianti che potrebbero arrivare da altri paesi africani. In Etiopia solamente l'1,2% della popolazione è vaccinata con due dosi, in Burkina Faso lo 0,1%, nell'Africa Occidentale meno dell'1,2%. 'E' evidente - prosegue l'esperto - che questa situazione se si protrae nel tempo darà luogo a nuove varianti, a mio parere ancora più pericolose. Non per solidarietà, ma per investimento scientifico dovremmo fare in modo che queste popolazioni vengano vaccinate. È un paradosso: in Europa stiamo pensando alla terza dose, alla vaccinazione dei bambini, giusta, ma non intendiamo vaccinare il resto della popolazione mondiale da cui potranno arrivare nuove varianti', conclude Morrone. Servizio di Serena Sartini Montaggio di Gualtiero Benatelli
I più visti

Leggi tutto su Video