Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 03 dicembre 2021 - Aggiornato alle 12:00
News
  • 11:39 | Wrestling, l’italiano Aichner per l’NXT Tag Team Champion
  • 10:12 | Lavoro, la ripresa è precaria
  • 09:45 | Le dimissioni del cancelliere austriaco Schallenberg
  • 09:29 | Tutti i nomi per sostituire Kjaer
  • 09:16 | Merkel lascia aprendo all’obbligo vaccinale
  • 09:16 | SBK 2022, Razgatlioglu continuerà a correre col numero 54
  • 09:01 | Il pazzo pareggio tra Lazio e Udinese (4-4)
  • 07:00 | I vaccini e i lockdown in Europa e le altre notizie sulle prime pagine
  • 02:04 | Lazio-Udinese 4-4: Acerbi illude i capitolini, Arslan pari al 99'
  • 23:52 | Rafa Nadal rassegnato: “Sarà Djokovic il primatista di Slam vinti”
  • 21:03 | Torino-Empoli 2-2: Romagnoli e La Mantia rimontano i granata
  • 17:48 | Economia, la ripresa forte dell'Italia
  • 17:30 | La classifica delle città più vivibili
  • 17:11 | Kjaer, coinvolti i legamenti: necessario l'intervento
  • 17:00 | Covid, i dati del 2 dicembre: tasso di positività al 2,5%
  • 16:48 | Lesione al legamento per Kjaer
  • 16:05 | Calcio: due giornate a Spalletti, salta Atalanta ed Empoli
  • 15:45 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 13:17 | Vaccini, per Pfizer dovremo fare richiami per diversi anni
  • 13:15 | Ecumenismo alla Casa Bianca di Joe Biden, si celebra Hanukkah
VIDEO Mali, la siccità ha trasformato in deserto il lago Faguibine
TOP VIDEO

Mali, la siccità ha trasformato in deserto il lago Faguibine

Milano, 27 ott.
(askanews) - Il cambiamento climatico ha trasformato in deserto un lago che sorgeva nel mezzo del Sahara. A ottanta chilometri da Timbuctù, in Mali, tra queste dune un tempo c'era il lago Faguibine. Negli anni '70, in seguito a periodi di siccità sempre più disastrosi, il lago ha iniziato ad evaporare. Gradualmente, le dune di sabbia hanno sostituito le vaste distese d'acqua e i terreni agricoli che erano irrigati dalle inondazioni del fiume Niger. Una catastrofe per gli abitanti della regione che devono accontentarsi di una stagione delle piogge di appena tre mesi. Per il resto dell'anno, le temperature si avvicinano ai 50°C. La pesca appartiene ormai al passato e c'è stato un enorme calo nelle attività agricole e di allevamento. La terra utilizzabile sta diventando scarsa, provocando regolari controversie tra agricoltori e allevatori di bestiame. 'Tutta questa area era ricca d'acqua. Poi le acque si sono ritirate, la sabbia ha inghiottito gli alberi e le piante', ha raccontato Abdul Karim Alhassane, un ex coltivatore che non ha avuto altra scelta che di trasformarsi in allevatore di bestiame. Si tagliano gli ultimi alberi rimasti, peggiorando ancora di più la situazione dell'ecosistema. Ma per alcuni, come Alhousna Walet Alhassane, non c'è alternativa per la sopravvivenza. 'So che sto distruggendo l'ambiente, ma se non lo faccio, come farò a comprare il cibo? I miei figli sono cresciuti e sono andati via lasciandomi qui da sola' Da quando il lago si è prosciugato, dal terreno è fuoriuscito gas infiammabile. Quando si accende, distrugge i pochi alberi rimasti. E lascia il terreno inadatto all'agricoltura. Moussa Mouhamadou Touré ci mostra i campi dove coltivava il cibo. 'Guardate come è cambiato il colore della nostra terra. È rosso, è nero, sono granuli. Il gas ha bruciato tutto il suolo e gli alberi'. Il Mali è uno dei paesi più poveri del mondo e secondo alcuni studi è tra i venti paesi più vulnerabili al climat change del pianeta.
I più visti

Leggi tutto su Video