Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 29 novembre 2021 - Aggiornato alle 22:01
News
  • 22:01 | Leo Messi ha vinto il Pallone d’oro
  • 20:53 | "Il virus ha mostrato come dipendiamo gli uni dagli altri"
  • 20:03 | Nucleare iraniano: a Vienna ricominciano le trattative
  • 17:30 | Riforma del processo civile: ecco cosa prevede
  • 17:24 | Roma, Pellegrini infortunato rientra nel 2022
  • 17:00 | Covid, i dati del 29 novembre: tasso di positività al 2,9%
  • 14:35 | Juve, Codacons: 'Se accuse confermate retrocessione'
  • 13:55 | Inter, Inzaghi perde Darmian e Ranocchia per 15-20 giorni
  • 13:49 | Allegri: 'Ne usciremo, servono calma e pazienza'
  • 13:32 | Chi era Virgil Abloh, direttore creativo di Louis Vuitton morto a 41 anni
  • 11:54 | Aumentano i vaccini: una conseguenza di Super Pass e variante
  • 11:41 | Speranza: "Non sono allo studio ulteriori misure anti-Covid"
  • 11:29 | Basket, Petrucci a Banchero: “Ti aspetto presto in Nazionale”
  • 11:28 | Variante Omicron, perché l'Oms non vuole chiudere le frontiere
  • 11:15 | Napoli, Matteo Politano è guarito dal Covid-19
  • 11:07 | Coppa Davis, l’Italia sfida la Croazia ai quarti di finale
  • 10:35 | La trattativa per Malang Sarr all'Inter
  • 10:30 | Agli Uffizi di Firenze la mostra sull’infanzia nell’antica Roma
  • 10:20 | Chiesa out fino alla fine dell’anno
  • 10:03 | Il nuovo primo ministro della Repubblica Ceca
VIDEO Netflix finanzia accademia di disegnatori di anime giapponesi
TOP VIDEO

Netflix finanzia accademia di disegnatori di anime giapponesi

Roma, 23 ott.
(askanews) - Un'accademia di anime giapponesi a Tokyo finanziata da Netflix sta addestrando una generazione di disegnatori mentre la domanda globale per il genere continua ad aumentare. In Giappone infatti sembra manchino dei creatori di animazioni esperti, in parte perché la maggior parte di loro deve farsi anni di gavetta con paghe molto basse, e così il lavoro degli accurati disegni 'frame by frame' viene appaltato all'estero. Hitomi Tateno, docente presso la 'Wit Animation Academy': 'Sì, credo che non ce ne siano abbastanza in Giappone. Sempre di più vengono appaltati all'estero. Per quanto riguarda i giapponesi che disegnano le animazioni... Le paghe sono basse, il lavoro è duro e il prestigio è abbastanza scarso', ha spiegato, sottolineando che tutti vogliono diventare famosi in fretta. Armati di matita e pennello per spazzare via i rimasugli di gomma, gli aspiranti artisti vengono stipendiati per il loro training. Maki Ueno, studentessa: 'Ho un amico che lavora in un altro studio, che mi dice che il programma di training è molto più breve e che non ti pagano durante il training', conferma. 'In confronto qui all'Accademia di anime Wit studio riceviamo una paga durante il training e il programma dura di più. Così possiamo permetterci di vivere mentre studiamo, ci sentiamo tranquilli mentre ci concentriamo sugli studi'. I corsi universitari in Giappone - secondo la studentessa si concentrano più sull'arte e meno sul know-how del settore. C'è un gap tra quello che viene insegnato nelle scuole e ciò che accade poi sul posto di lavoro. Durante il periodo di apprendimento inoltre i salari restano bassi e molti aspiranti artisti di anime rinunciano ai propri sogni. George Wada, presidente del Wit Studio: 'Penso che il nostro programma sia simile a un'accademia di sushi. Se diventi apprendista presso un importante chef di sushi possono volerci anni prima di padroneggiare tutte le ricette, ma puoi venire in un'accademia di sushi e finire tutto il curriculum in un anno'. Non c'è dubbio sull'aumento di domanda del settore. Più di 100 milioni di famiglie in tutto il mondo hanno guardato almeno un film animato su Netflix negli ultimi 12 mesi a partire da settembre 2020, una cifra più che raddoppiata nell'ultimo anno.
I più visti

Leggi tutto su Video